“LA STRANEZZA”, IL FILM CHE PORTA IL TEATRO AL CINEMA

Presentato in anteprima al Festival del Cinema di Roma nella sezione Grand Public ed è appena uscito  nelle sale italiane  La Stranezza il nuovo film diretto da Roberto Andò è una dedica d’amore al teatro. Una tragicommedia surreale dal punto di vista inedito che tenta di spiegare la genesi del capolavoro pirandelliano: Sei personaggi in cerca d’autore.

 La storia del film La Stranezza è ambientata nel 1920 e racconta del ritorno in Sicilia di Luigi Pirandello in occasione dell’ottantesimo compleanno di Verga (Renato Carpentieri). Pirandello (Toni Servillo), una volta arrivato a Girgenti, viene a conoscenza della morte dell’amata balia Maria Stella.

Una morte inaspettata che porta l’autore ad incontrare due becchini: Onofrio (Valentino Picone) e Sebastiano (Salvatore Ficarra), due uomini molto particolari con la passione per il teatro. Un inconveniente, tuttavia, costringe il protagonista a trascorrere più tempo del previsto con l’eccentrica coppia, che nel frattempo sta preparando la prima di una nuova farsa.

LEGGI ANCHE  DA BACH AI QUEEN E IL TEATRO VITTORIO EMANUELE SI ACCENDE

Una volta ritornato a Girgenti dopo l’incontro con Giovanni Verga, viene sempre più incuriosito dal fascino singolare dei due becchini e decide, così, di partecipare allo spettacolo. Nel teatrino di provincia si è radunato tutto il paese ma durante la rappresentazione accade un evento imprevisto che costringe Onofrio e Sebastiano ad interrompere la recita.

Repentinamente l’atmosfera della sala vira dal comico al tragico e lo spettacolo si trasforma in una resa dei conti in cui a confrontarsi sono platea ed attori. Pirandello rimane estasiato, turbato e rapito dalla veridicità della rappresentazione cercando di carpire ogni parola e ogni gesto di quella comunità dolente.

Il protagonista rimane così sorpreso da quanto visto durante lo spettacolo dei due becchini che decide di invitare Onofrio e Sebastiano al Teatro Valle di Roma per la prima di Sei personaggi in cerca d’autore. La recita inizia e i due rimangono sorpresi al susseguirsi di situazioni paradossali e dall’imprevedibile finale.

LEGGI ANCHE  IL DON CHISCIOTTE DI ALESSIO BONI ALL’INSEGUIMENTO DEI PROPRI SOGNI

*Foto tratta dalla pagina Facebook ufficiale e pubblica di Medusa Film

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI