MAHMOOD L’ICONA SEXY DEL FESTIVAL DI SANREMO

La sua nuova immagine ha colpito quasi quanto Tuta Gold ascoltatissima su Spotify ed anche nelle classifiche di Sanremo è altissima.

Non sappiamo se stasera Mahoomod sarà nella top five dei primi 5 che si contenderanno la vittoria del Festival, ma di certo –a giudicare dal suo nuovo successo- si trova altissimo.

 Non c’è due senza tre?

Non è facile quest’anno centrare la terza vittoria, le leonesse Annalisa e soprattutto Angelina Mango sono pronte a ruggire e ci sono anche alcuni terzi incomodi come Geolier, Irama e qualche sorpresa.

Ma questo poco importa ad Alessandro Mahmood, sempre più maturo e sempre più concentrato sulla sua musica, moderna, contemporanea, urban ed esotica quel tanto che basta.

LEGGI ANCHE  MAHMOOD, IL MIO DOLCISSIMO COCKTAIL D'AMORE

Mahoood piace.

Capelli con il gel, sguardo da seduttore, fisico scolpito con spalle e bicipiti palestrati messi in mostra con un outifit vedo non vedo ne fanno un’icona sexy di questo Sanremo proprio come le sue “avversarie” musicali.

Tuta Gold è  una sorta di viaggio musicale tra passato e presente, che l’ha reso la persona che è oggi, più forte rispetto al passato. E’ nato la scorsa estate ed a poco a poco fra un bagno a mare ed un rave Tuta Gold è diventato quello che è oggi.  Il pezzo introdurrà il suo nuovo album in uscita.

Ieri nella  serata delle cover, si è esibito con i Tenores di Bitti, gruppo canoro sardo, sulle note di Come è profondo il mare di Lucio Dalla e Francesco De Gregori. “È uno dei miei brani preferiti di sempre –ha detto- che credo abbia un messaggio universale. La scelta di cantarla con loro è perché rappresentano un pò la mia terra d’origine.

LEGGI ANCHE  LE CANZONI DI MAHMOOD EDUCANO ALLA BELLEZZA

Ma stasera sarà ancora gara con tanto di balletto  che Mahoomod ha insegnato ai suoi fan incontrarti a Sanremo, ma questa è già un’altra storia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI