LA COLOMBA, SIMBOLO DELLA PASQUA, FRA STORIA E LEGGENDA

Come nasce  uno dei dolci iconici e più richiesti delle festività pasquale? La sua storia vive di miti e leggende.

L’origine sembra essere longobarda. Il re Alboino, durante l’assedio della città di Pavia,  poco prima  della pasqua ricevette dalla popolazione un pane dolce a forma di colomba che simboleggiava la pace.

Secondo un’altra ipotesi il primo artefice del dolce fu San Colombano,  monaco irlandese che fondò numerosi monasteri in  tutta Europa

L’uomo, giunto  alla corte dei sovrani longobardi, venne invitato ad un sontuoso pranzo con tanta carne. San Colombano non voleva trasgredire l’astensione dalla carne del tempo di Quaresima e dopo aver benedetto le pietanze, impose le mani sui piatti di carne che si trasformarono in colombe di pane.

LEGGI ANCHE  RICLASSIFICATI 4 PORTI SICILIANI. CORDARO: "NUOVA LINFA PER TURISMO E COMMERCIO"

Al di là delle leggende la colomba pasquale nasce intorno al 1930 da  un’idea del pubblicitario Dino Villani che lavorava per una azienda dolciaria milanese  che pensò di lanciare sul mercato un dolce tipico per  la Pasqua con lo stesso impasto con cui si preparano i panettoni.  Negli anni furono apportati giusto delle differenze, ma la ricetta originale è proprio quella.

La colomba pasquale è famosa in Italia e all’estero. Gli ingredienti originali sono farina, burro, uova, zucchero, scorza d’arancia candita. La superficie è ricoperta da una glassatura di zucchero e mandorle.

Negli ultimi anni così come per i panettoni artigianali le colombe vennero arricchite da alcune ingredienti come pistacchi, glasse, cioccolato. Un segno dei tempi per accontentare tutti i gusti.

LEGGI ANCHE  PASQUA CON MUSEI E PARCHI ARCHEOLOGICI APERTI IN SICILIA

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI