AL PROSSIMO SANREMO VOGLIO UN ARISTON SENZA MASCHERINA E…

Si è svolta nei giorni scorsi la conferenza stampa di Arena ’60 ’70 ’80 e ’90, il programma musicale presentato da Amadeus che andrà in onda in autunno su Rai Uno. E’ stata l’occasione per iniziare a parlare del prossimo Festival di Sanremo che anche per questa edizione sarà presentato da Amadeus.

Nonostante manchino ancora molti mesi, la macchina del festival si è da tempo messa in moto tanto da poter già mettere alcuni punti fermi a partire dalla data. L’anno prossimo il Festival di Sanremo si terrà dal 7 febbraio  fino alla serata finale prevista per l’11 febbraio.

 

Amadeus di nuovo al timone del Festival

A condurre la 73esima edizione della canzone italiana sarà Amadeus, che è anche direttore artistico e che ancora una volta sarà sul palco dell’Ariston. Intanto è stato pubblicato il regolamento per partecipare a Sanremo Giovani. Si possono già mandare i brani, c’è tempo fino al 12 ottobre.

LEGGI ANCHE  IL 16 GIUGNO “IL PRIMO PASSO SULLA LUNA” DI LAURA PAUSINI

Ad annunciare queste novità era stato, qualche mese fa, lo stesso Amadeus che aveva anche aggiunto che la sera del 12 dicembre si conosceranno i primi tre cantanti che, come è accaduto nell’ultima edizione, saranno ammessi automaticamente in gara tra i Big.

L’auspicio di un teatro Ariston pieno di pubblico

Amadeus  è tornato a parlare di Sanremo nel corso della conferenza stampa di presentazione di Arena ’60, ’70, ’80 e ’90, l’evento musicale di rai Uno di settembre In questi mesi sta progettando tutti i particolari del suo prossimo Festival di Sanremo con la speranza che non arrivi una nuova variante a fare da guastafeste, per questo resta prudente sperando in un teatro Ariston finalmente con tanto pubblico come era prima del febbraio 2020 e senza mascherine. “Mi auguro un Ariston pieno di persone senza mascherina” ha detto.

Per quanto riguarda le canzoni ancora non è emerso nulla nel frattempo si pensa alla serata delle cover:  “Se il Big in gara duetterà con l’artista originale della cover sarà una cosa molto bella- ha detto Amadeus rispondendo ai cronisti- in 40 anni di musica, c’è l’imbarazzo della scelta. E’ stata una serata di festa, quindi la ripeteremo”.

LEGGI ANCHE  L’ANNO CHE VERRA’ DI RAI UNO DA CROTONE PER LA PRIMA VOLTA IN CALABRIA

Per gli ospiti il desiderio è “Grande grande grande”

In attesa delle canzoni, si è parlato di ospiti per le serate del Festival, su questo fronte Amadeus ha un sogno nel cassetto: la grande Mina ma per ora è solo un bellissimo desiderio: “Tutti hanno questo sogno impossibile e irrealizzabile” ha dichiarato Amadeus. “Farei di tutto per portare Mina sul palco– ha aggiunto – anche riprenderla di nascosto con il telefonino o portare un suo ologramma. Ma ovviamente tutto deve partire dalla sua volontà. Non c’è un progetto vero e proprio da parte mia, c’è un desiderio, quello sì. Sarebbe un sogno bellissimo”.

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI