SANREMO, LA MARATONA MUSICALE DIMEZZATA PREMIA LO SHOW

Si è vero si fa sempre notte fonda, ma l’impressione ieri sera e’ che con la metà dei cantanti in gara ci sia stato più tempo (e c’è stato) per lo spettacolo.

Edè stato uno show a 360 gradi, pieno di cose, funzionali ed anche meno. Su tutti il momento più emozionante la presenza di Giovanni Allevi tornato a distanza da due anni dalla diagnosi del mieloma che lo ha colpito e costretto a lasciare la musica.

“Mentre ero in ospedale ho potuto comporre musica solo nella mia testa – ha raccontato-  e mi sono accorto che questa musica che ho elaborato durante tutti questi due anni è totalmente libera e dà un senso alla mia sofferenza.Il bello della musica e dell’arte è che una occasione per trasformare la fragilità umana in forza.  Ho composto ‘Tomorrow‘ che vi presento stasera qui.”

LEGGI ANCHE  SONO PAZZA DI SANREMO E NON VOLEVO ASSOLUTAMENTE MANCARE

Parole semplici  ma molto toccanti, il momento più alto di Sanremo in questo momento è il suo.

“Con Tomorrow voglio dire che  quando c’è incertezza sul futuro bisogna godere al massimo il presente, “se qualcuno qualche mese fa, mentre facevo le flebo, mi avesse detto che sarei stato qui a Sanremo a parlare con voi non ci avrei creduto”.

Non sarà facile dimenticare questo racconto lucido di una malattia così dura, un racconto nel quale molte persone che soffrono si sono riconosciute e l’auspicio –ed il senso della presenza a Sanremo di Giovanni Allevi- era proprio questo vivere pienamente oggi.

Ma Sanremo ha le sue leggi e dopo la riflessione c’è il sorriso e la musica.

John Travolta è tornato alle origini ricordando i suoi primi film dance “La febbre del sabato sera” e “Grease” e poi ancora Bob Sinclair con un medley dei suoi successi.

LEGGI ANCHE  “A GRANDE RICHIESTA”: SU RAI 1 ARRIVANO GLI SPECIALI SULLA MUSICA ITALIANA

 

Parola d’ordine quest’anno al Festival: ritmo, se no chi le regge queste puntate più lunghe di Ben Hur?

In gara la corsa comincia a farsi dura. A giudicare dagli applausi Annalisa, Emma, Mahomood, The Colors, Geolier e la “rocker” Loredana Bertè hanno molto impressionato.

Bravissima Giorgia

Brava accanto ad Amadeus, straordinaria quando ha cantato il suo medley ed ascoltandola il pensiero è solo uno: speriamo che possa trovare nuove canzoni degne della sua straordinaria voce e che le restituiscano quel successo che merita un’interprete così brava.

Stasera il Festival punterà sulla comicità di Teresa Mannino.

Presentatrice si, ma non troppo lei dice e siamo sicuri che ci farà sorridere. Ci saranno poi Russel Crowe, Eros Ramazzotti anche lui come Giorgia celebrerà “Terra promessa” ed i suoi più grandi successi e Gianni Morandi annunciato ieri mattina.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI