FREEDOM ALLA RICERCA DELLA TOMBA DI CLEOPATRA

Stasera lunedì 27 febbraio, in prima serata, su Italia 1, «Freedom» torna a regalare all’appassionata community dei Giacobbers, reportage inediti e di grande impatto visivo, spesso realizzati grazie a permessi speciali e tra cunicoli oscuri e perigliosi. Nuova cifra della stagione, il punto di vista parallelo al racconto, grazie a filmati di backstage che documentano la reale esperienza di viaggio dell’affiatata troupe di Freedom.

Al centro della terza puntata, la ricerca della tomba di Cleopatra, e la visita esclusiva nella Nuova Capitale d’Egitto, ancora in costruzione. Poi, in Spagna, il paesaggio marziano del Rio Tinto. La Turchia e l’Italia, per conoscere le tre più grandi cisterne del mondo antico. E, ancora, Mantova, dov’è conservato il sangue di Gesù, e Seulo, per parlare di eterna giovinezza.

In apertura, Giacobbo va nel deserto per mostrare la Nuova Capitale d’Egitto: un permesso speciale che gli ha permesso di entrare nella città in costruzione, destinata a diventare il nuovo centro culturale e amministrativo del Paese. Il progetto è nato per risolvere il problema del traffico al Cairo, una megalopoli che ospita circa 20 milioni di persone. Per la prima volta, le telecamere di Freedom con Zahi Hawass visitano insieme il grande centro per l’arte e la cultura, che accoglie il Teatro dell’Opera, il Museo delle Capitali, che racconta la storia dell’Egitto da 5.000 anni fa fino ai giorni nostri, la Biblioteca e tanto, tanto altro ancora.

Il viaggio continua con una delle ricerche che più hanno affascinato gli archeologi di tutti i tempi: il mistero della tomba di Cleopatra. Il team di Freedom, con Hawass, raggiunge il Tempio di Taposiris Magna, ad Alessandria d’Egitto, per entrare in esclusiva nelle gallerie sotterranee che potrebbero condurre al sarcofago della regina più amata di sempre. Cleopatra ha catturato l’immaginazione di tutti, non solo quella di storici e appassionati, da Shakespeare a Hollywood. Salita al trono in giovanissima età, la regina usò la sua intelligenza, la sua cultura e il suo coraggio per mantenere saldo il trono. In un mondo governato da uomini spietati, Cleopatra strinse alleanze personali e strategiche con Giulio Cesare e Marco Antonio, grazie a brillanti manovre politiche. Intese che avrebbero cambiato il corso della storia.

LEGGI ANCHE  FREEDOM, OLTRE IL CONFINE SU ITALIA UNO

La squadra di Freedom torna poi in Italia per andare in Lombardia, lì dove sarebbe custodito il sangue di Gesù. Un percorso verso Mantova, fatto di storia, leggenda e fede: qui, la reliquia di Cristo sarebbe conservata in due sacri vasi. Protagonista di questa vicenda, Longino, il centurione romano che avrebbe trafitto il costato di Gesù, da cui sarebbero usciti acqua e sangue. Il soldato, convertitosi, avrebbe portato a Mantova la terra imbevuta del sangue e l’avrebbe nascosta sotterrandola in un cofanetto, prima di essere martirizzato. Giacobbo ripercorre le molteplici vicissitudini di Longhino e del sangue, e si reca nella cripta della Chiesa di Sant’Andrea, dove il prezioso reperto è custodito e protetto mediante un sofisticato protocollo di sicurezza.

In Sardegna si racconta l’ossessione dell’uomo per il concetto di eternità: c’è chi tenta, ogni giorno, di allungare la vita o portare la memoria, e anche il nostro corpo, oltre il confine. Nella terrà della longevità per eccellenza, in una piccola zona che comprende l’Ogliastra e la Barbagia del Nord, una delle cosiddette blue zone, pare essere custodito questo segreto. Come è possibile che in luoghi come Seulo esistano altissime concentrazioni di centenari, con numeri record a livello mondiale? E come è possibile, una volta raggiunto il limite della vita, trasmettere ciò che siamo alle nuove generazioni? Da anni va avanti il progetto chiamato Capsula Mundi: l’intento è trasformare il concetto di trapasso in qualcosa di molto diverso e più vicino al mondo naturale.

LEGGI ANCHE  FREEDOM FRA I MISTERI DELLE GOLE ALCANTARA: LA LEGGENDA DELLE SUE ACQUE GELIDE E DEL SUO TESORO

In Andalusia, nel sud della Spagna, c’è in uno dei dieci luoghi più strani della Terra: Rio Tinto. Qui, tra odori di zolfo e rame, scorre un fiume dal colore rosso sangue, in un paesaggio fatto di pietre ricche di sfumature gialle, rosse e arancio, che lo rendono simile a quello della superficie di Marte. Analogie che non si fermano solo all’aspetto scenografico, ma rivelano qualcosa di sorprendente. Esperti della Nasa e dell’ESA, che da tempo ne studiano il terreno, hanno rinvenuto dei batteri che potrebbero addirittura facilitare la nostra presenza sul Pianeta Rosso. Nel passato, invece, il Rio Tinto è stato teatro di lavoro, sofferenza e sangue: per secoli, infatti, l’uomo è venuto qui a caccia di minerali, facendone la più grande miniera di rame a cielo aperto d’Europa.

L’acqua, uno dei beni più preziosi dell’umanità, è una risorsa fondamentale per la nostra sussistenza. C’è chi, in passato, ha costruito scrigni di pietra di dimensioni monumentali, proprio per contenere questo tesoro. Freedom mostra la bellezza e la maestosità delle tre più grandi cisterne del mondo antico: la cisterna di Formia, la Piscina Mirabilis, nell’area dei Campi Flegrei, e la più grande di tutte, la cisterna-Basilica di Istanbul, in Turchia. Giacobbo rivela i segreti di questi giganti del sottosuolo, opere funzionali e nascoste, che allo stesso tempo risultano meravigliosi esempi di architettura, delle vere e proprie cattedrali d’acqua dell’antichità.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI