“SCENT OF HOME”, IL POP JAZZ DI FRANCESCO MENTO

Lancio per Fb: E’ da poco uscita Scent of Home una canzone scritta da Francesco Mento, fotografo e musicista di professione e interpretata dalla raffinata voce di Alessandria, una giovane messinese che vive a Londra

Ci sono incontri casuali che possono essere l’inizio di nuovi progetti. Come  è accaduto a Francesco Mento, fotografo e musicista che grazie ad un incontro imprevisto ha trovato la voce giusta per “Scent of Home” un brano scritto da lui che ha già ottenuto numerose visualizzazioni sul web.

La canzone è in inglese ma ha molto di messinese. Oltre all’autore, anche l‘interprete, Alessandra Pipitò, in arte Alessandria è di Messina. E’ una giovane psicologa che da circa dieci anni vive a Londra dove, insieme al marito, ha un gruppo musicale. Cantante raffinata, è la voce giusta per un brano delicato e intenso.

Il jazz che si mescola al pop

“E’ la figlia di amici di una vita, d’estate sono venuti a trovarmi nella mia casa di campagna, quasi per caso abbiamo scoperto la passione comune per la musica, avevo scritto la canzone un paio di mesi prima ma non avevo mai pensato di farla cantare ad una interprete cosi perfetta”, racconta Francesco Mento. “Avevo fatto un disco con un gruppo che era andato molto bene e ne volevo fare un altro. Ho continuato da solo componendo musica pop anche se si sente che vengo dal jazz, così è venuta fuori questa canzone”.

LEGGI ANCHE  “A GRANDE RICHIESTA”: SU RAI 1 ARRIVANO GLI SPECIALI SULLA MUSICA ITALIANA

“Il testo di “Scent of home”, Profumo di casa, l’ho scritto insieme a Valentina Minniti che è anglista e francesista mentre io ho composto la musica. Il brano parla di una madre che si ricongiunge con la figlia dopo anni di separazione”. Il brano  vede Sofia Ferraro al sax.

“Acchiappare la strada”

“Acchiappa la strada di casa adesso mi troverai lì sveglia” è una delle frasi del brano. “E’ un messaggio di riappacificazione che la mamma lancia alla figlia le dice che costruiranno il futuro a quattro mani e qualsiasi cosa abbia fatto non l’ha ferita perché vive per lei”.  Spiega che il brano non ha un contenuto autobiografico: “non amo scrivere canzoni d’amore ma scrivo di amore universale”.

Il brano è il primo di una decina di canzoni che usciranno a scadenza di tre- quattro mesi. “A febbraio uscirà una canzone che sarà interpretata da Rita Comisi che ha partecipato alla trasmissione “Amici” anche quella canzone parla di sentimenti, si intitola “People beside”.

Una vita tra musica e fotografia

Fotografo professionista  di pubblicità per 40 anni, è stato per un periodo in Francia, insegnante di fotografia all’accademia di Reggio Calabria e in una accademia privata, Francesco Mento  ha creato il canale Contrappunto con l’obiettivo di “proporre musica di qualità” magari diffondendo il pop jazz, la musica che ultimamente, dopo essere stato folgorato dalla passione per il jazz, sta seguendo con più attenzione.

LEGGI ANCHE  MESSINA STREET FOOD FEST: CIBO, LIVE E DJ SET

Non è soltanto un fotografo di professione e un musicista impegnato, è anche un pozzo di aneddoti meravigliosi  su come si faceva musica a Messina negli anni Sessanta e Settanta. Racconta l’atmosfera di quel periodo e di come i giovani messinesi vivevano gli anni dell’esplosione dei Beatles o l’arrivo dei primi dischi di Jimy Hendrix, la musica beat. All’epoca non c’era il digitale, le band si chiamavano complessi e per una serata un gruppo giovane veniva pagato anche 70mila lire.

Quando i Royal aprivano i concerti dei Camaleonti

Con il suo complesso “The Royal” ha suonato alla Silvanetta di Milazzo la notte dell’allunaggio il 20 luglio 1969, con i Camaleonti “facevamo da complesso spalla, l’emozione è stata grandissima” e poi i concerti in Fiera con i Gens che “all’epoca erano famosissimi”,  l’incontro con Mino Reitano “con lui abbiamo suonato a Castroreale, era una persona incredibile, alla mano e umile come lo sono solo i grandi”, infine l’incontro più recente con lo stilista Domenico Dolce “sono stato invitato perché avevo vinto il secondo premio di un contest fotografico”.

Adesso la nuova sfida del pop jazz con tanti giovani cantanti con musica di qualità: “la finalità è fare musica di qualità, con il mio canale Contrappunto sto cercando di fare proprio questo selezionando i migliori musicisti”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI