PUBBLICITA’ OCCULTA? AMADEUS NON SA L’INGLESE, CONOSCE SOLO I TITOLI DELLE CANZONI

In diretta dall’Aristonello, Fiorello, Biggio, Casciari e la co-conduttrice d’eccezione Alessia Marcuzzi, in compagnia di tutta la banda, hanno acceso ancora una volta la notte di Rai1.

Non potevano mancare i commenti sulle polemiche delle ultime ore riguardo la pubblicità occulta. “Tutto è nato perché Amadeus ieri sera avrebbe pronunciato la frase Don’yt worry be happy, il claim delle scarpe incriminate di John Travolta. Ma vi pare che Amadeus fosse d’accordo con lo sponsor? Ma quello l’inglese manco lo sa, conosce solo i titoli delle canzoni. Se vede una donna triste, le dice automaticamente No woman, no cry”.

Si prosegue poi con i commenti alla serata e, in particolare, al grande ospite, Crowe. “Russell, io ti amerò per sempre per il dissing contro Travolta” scherza Fiorello. “E pensate che tutto questo si è scatenato grazie a me! Prima di quella cosa che abbiamo fatto ieri, in questo Sanremo non stava accadendo nulla. Io e Amadeus siamo un’arma di ‘distrazione’ di massa!” esclama, per riportare subito l’attenzione su Crowe.

E di ‘dissing’ si continua a parlare anche con uno dei principali ospiti della puntata di “Viva Rai2!…Viva Sanremo!”, il grande Gianni Morandi. Nello spiegare il significato del termine, Fiorello non può fare a meno di metterci del suo. “Devi sapere, Gianni, che normalmente il termine si riferisce ai rapper, ma pensa se lo facessero i cantanti melodici italiani, pensa a un dissing tra te e Ranieri!”, commenta tra le risate dei presenti.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI