Dove eravamo rimasti? Marco Mengoni vinceva il Festival di Sanremo 2023 con la sua “Due vite” con l’Ariston che esplodeva di gioia e i dirigenti Rai pure, visti gli ascolti record. Questa sera il Festival riparte proprio da lì, perchè sarà proprio il bel Mengoni dare inizio alle danze, anzi alla musica, nella doppia veste di co conduttore e super ospite.

Un Mengoni emozionatissimo che però non si è sottratto alle sollecitazioni irriverenti di Enrico Lucci di Striscia la notizia ed in conferenza stampa ha intonato insieme ad Amadeus “Bella ciao” la canzone simbolo della Resistenza.

«Quello che sento è di non essermi mai staccato da qui- ha detto il cantante- sono un privilegiato, non tutti avranno mai la mia opportunità e so di attirare l’invidia di tantissimi amici che vorrebbero essere al mio posto».

Questa sera inizierà la sua performance cantando proprio Due vite, ma in una versione inedita. Poi altri brani di cui non ha voluto svelare i titoli.  Per il resto eseguirà il compito che gli è stato affidato come co conduttore, presentando le canzoni in gara, ben 30, e consegnando i fiori agli artisti che si succederanno sul palco. Lo farà, dice, con ironia e spontaneità, essendo sempre se stesso. 
Poi Marco, a proposito della sua emozione,  lancia un messaggio pieno di significato: «Non bisogna uscire dalla fragilità, ma trovare gli strumenti per gestirla, educarsi con l’aiuto di uno specialista. Le pressioni sono tante, non è tutto pailletes e lustrini, ho combattuto molte battaglie con me stesso. Però mi ritengo iperfortunato».