LA STORIA DELLA PESCA DEL PESCESPADA IN UN CONVEGNO AL PARCO HORCYNUS ORCA

 

L’Accademia internazionale Amici della Sapienza Messina, presieduta dalla prof.ssa Teresa Rizzo, lo scrittore Andrea la Fauci e la prof. Paola Radici Colace, già Ordinaria di Filologia Classica all’Università di Messina, hanno organizzato al Parco Horcynus Orca Messina la prossima domenica, 21 Gennaio alle 10, un interessante convegno sulla Storia della pesca del pescespada nello Stretto di Messina dall’antichità ai giorni nostri.

Introdurrà l’incontro  la prof. Teresa Rizzo, a seguire la relazione di Paola Radici Colace, l’intervento di Andrea La Fauci e le testimonianze di: Nino Mancuso, figlio di Antonio Mancuso, inventore della ‘passarella’ (elemento caratteristico delle feluche), Maria Rando scultrice e nipote di Salvatore Rando (detto Santella), costruttore di arpioni, Antonino Giannone, innovatore della passerella e progettista e realizzatore di arpioni.

LEGGI ANCHE  FORTE SAN SALVATORE: DOVE LA STORIA SI FONDE CON LA LEGGENDA - foto

Ospite d’onore sarà il Prof. Daniele Cananzi, Direttore del DiGiES, (Dipartimento di Giurisprudenza, Economia e Scienze Umane) dell’Università Mediterranea-Reggio Calabria. Verrà inoltre illustrata, nel corso dei lavori, la richiesta avanzata nel marzo 2023 all’Unesco affinché questa pratica di pesca venga riconosciuta come Patrimonio dell’Umanità.

La storia e   le foto che sono state inviate a corredo della richiesta provengono dai seguenti due libri dello scrittore Andrea La Fauci: “La terra accarezzata dai gorghi, lo Stretto di Messina dalle origini ad oggi” e “Una terra di laghi e di mare, una riviera, le sue colline…e la storia continua”. Anche i video che verranno presentati all’Horcynus Horca e che sono stati inviati all’Unesco fanno parte della collezione dello scrittore. Modererà l’incontro il giornalista Gianluca Rossellini.

LEGGI ANCHE  AL GIARDINO CORALLO L'INFLUENCER PIERLUCA MARITI, ALIAS @PIUTTOSTO_CHE

L’evento verrà trasmesso via Streaming e per poterlo seguire in diretta video basterà cliccare su link seguente:: https://www.facebook.com/Girodiboatv.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email