IL FASCINO DEL PRESEPE VIVENTE DI CASTANEA

Fino a domenica 7 sarà aperto a Castanea il presepe vivente che da sempre  registra un grandissimo successo.

Nei giorni di apertura la sacra rappresentazione è stata visitata da circa 1000 persone al giorno e nei festivi si sono toccate anche punte di 1500.

Grandissima l’atmosfera per tutti i visitatori.

L’ingresso è gratuito, ma gli organizzatori, l’associazione Giovanna D’Arco invita i visitatori a fare delle offerte libere. Tutti i figuranti sono presenti a titolo gratuito e lo fanno per passione e per amore del presepe di Castanea che ormai  è divenuto uno dei più importanti in Sicilia.

l presepe coinvolge tutti!  Anziani, adulti, bambini.

Il presepe diventa  un momento e un luogo  di aggregazione per gli abitanti di Castanea e delle vicine Masse. E’ un lavoro corale,  stare insieme, vederlo crescere, prendere forma  per poi passare insieme le feste con il vero sapore del natale.

LEGGI ANCHE  ULTIMI GIORNI PER SCOPRIRE IL PRESEPE VIVENTE DI CASTANEA

La comunità del villaggio messinese partecipa intensamente a questa grande rappresentazione da ‘teatro edificante’ medievale.

“Nessuno recita o mima pateticamente gesti, manualità, saperi antichi di mestieri artigianali, contadini e pastorali.” Si legge nella presentazione del sito dell’Associazione turistico culturale Giovanna D’Arco presieduta da Tonino Spanò.  Nessuna finzione, perché gli ambienti, i tipi umani, gli strumenti di lavoro, le suppellettili e gli arredi che compongono tutti i quadri viventi di questa rappresentazione ‘en plein air’, attingono proprio dal vissuto degli abitanti di Castanea, dai loro segni autentici di una civiltà e di una cultura agro pastorale che un tempo scandiva i giorni del villaggio nella sua ‘storia senza potere’.”

Questa manifestazione, contribuisce a tramandare una intensa religiosità popolare assai consolidata in Sicilia quella del  culto e della  devozione al Bambino Gesù

LEGGI ANCHE  RITORNA IL PRESEPE DI CASTANEA E NATALE CON GIOIA

Il presente potrà essere visitato nei giorni:

2,4 e 5 gennaio dalle 18,30 alle 19,30

il 6 ed il 7 gennaio dalle 17,30 alle 19,30

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI