E’ C’E’ ANCHE UNA GIORNATA NAZIONALE DEL GATTO

Curioso come pochi, indipendente e (a suo modo) affettuoso: il gatto è uno degli animali domestici più amati dagli italiani, oltre ad essere una delle star indiscusse dei social e partner ideale per i single di tutta Italia (oggi ricorre San Faustino, la festa dei single). Non stupisce che, quindi, ci sia una festa tutta italiana a lui dedicata: il 17 febbraio, infatti, si celebra annualmente la Giornata Nazionale del Gatto, una data scelta nel lontano 1990 per festeggiare i felini domestici in Italia, ma che varia di paese in paese.

Secondo idealo, portale internazionale leader in Europa nella comparazione prezzi, negli ultimi 12 mesi le ricerche online legate ai prodotti per animali domestici sono cresciute notevolmente (+15%)[1], un dato ancora più positivo se si pensa che arriva dopo gli anni di pandemia di COVID-19 che hanno fatto registrare un vero e proprio boom per l’intero settore.

Nello specifico, l’interesse online nei cnfronti dei prodotti per gatti è cresciuto di circa il 22% nel corso del 2022[2], con un trend di crescita relativo principalmente al comparto food e a quello health a loro dedicato. Basti pensare che, di tutte le ricerche legate al mondo animale, l’8% è relativo al cibo per gatti, mentre ben il 30% alla cosiddetta “pet medicine” (prodotti veterinari)[3].

LEGGI ANCHE  COME AFFRONTANO IL CALDO DELL'ESTATE I CANI ED I GATTI

L’amore degli Italiani per il proprio gatto si traduce anche nell’acquisto di molti prodotti per la sua cura e per soddisfare la sua vanità. Sono cresciute nel corso dell’ultimo anno le ricerche legate alle lettiere per gatti (+41% rispetto al 2021), alle cucce (+32%), ai prodotti per la toelettatura (+16%) e al cibo per gatti (+16%)[4], con proposte specifiche formulate per garantire il benessere e la salute del proprio amico a quattro zampe.

Purtroppo, però, l’inflazione ha colpito nettamente anche questo comparto, motivo per cui prendersi cura di un gatto oggi costa di più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Infatti, l’inflazione legata al mondo felino ha toccato l’11% a gennaio 2023[5] ma non è mai scesa sotto la soglia del 10% già da giugno 2022[6]. Tra i prodotti che hanno fatto registrare un incremento maggiore dei costi si segnalano le cucce e i trasportini (+19%), ma anche le toilette e gli accessori per gatti (+15%), le lettiere (+12%) e i tiragraffi (+5%)[7].

LEGGI ANCHE  OGNI ESSERE VIVENTE APPRENDE IN MODO DIFFERENTE

Fortunatamente, però, l’e-commerce interviene in soccorso dei padroni di gatti, aiutandoli a risparmiare online. Con la comparazione dei prezzi, infatti, nel corso degli ultimi 12 mesi il risparmio massimo medio sui prodotti per gatti ha sfiorato circa il 14%. Con risparmi medi del 26% per i tiragraffi, del 20% per gli accessori per gatti, del 15% per i giochi a loro dedicati, del 14% per cucce e trasportini e di oltre il 10% per toilette e prodotti veterinari[8].

“L’attenzione nei confronti del benessere dei gatti, e degli animali domestici in genere, è un tema molto importante su cui è necessario continuare a sensibilizzare. La nostra ultima indagine mette in luce molta più consapevolezza in tal senso e l’importanza crescente rivestita dal pet commerce ne rappresenta il migliore indicatore – ha dichiarato Antonio Pilello, responsabile della comunicazione di idealo per l’Italia. – Il fatto che cresca l’interesse nei confronti della pet medicine, inoltre, evidenzia come sempre più italiani abbiano compreso cosa vuol dire accudire un gatto nel modo più opportuno e, anche se l’inflazione rende più dispendiosa la sua cura, la comparazione prezzi continua ad essere il miglior alleato per il risparmio”. 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI