INCANTO DI LUCI: L’ORTO BOTANICO DI ROMA SI ILLUMINA D’IMMENSO

Se vi dico che appena varcata la grande soglia luminosa, ci si perde letteralmente in un mondo magico e surreale da dimenticare tutto il resto che c’è fuori? È l’effetto, assolutamente benefico, di Incanto di luci, la mostra d’arte sensoriale che fino all’8 gennaio illumina d’immenso l’Orto Botanico di Roma, a Trastevere, nel cuore della Città Eterna che la incornicia, per la gioia e lo stupore, tutto natalizio, di grandi e bambini.

Sembra incredibile quanto la luce scateni un effetto emozionale se calibrata e dosata con la sua intensità e i suoi colori in un luogo già incantato di per sé che, in questi giorni di festività natalizie, si trasforma in una sorta di regno fiabesco delle fate e delle lucciole. C’è un sentiero ben delineato da seguire, e ad ogni tappa è inevitabile sgranare gli occhi e, inevitabile anche questo, scattare foto e girare video con il telefonino, per portarsi a casa un po’ di questa magia.

E soprattutto godendone senza alcun rimorso in quanto Incanto di luci è stata pensata e allestita  nel pieno rispetto della transizione ecologica in atto in Italia, con le installazioni luminose, progettate per avere un impatto ambientale limitato, grazie all’utilizzo di lampadine a LED e all’estrema attenzione alla tutela del verde e della fauna selvatica.

LEGGI ANCHE  2021: TRA LE MIGLIORI CITTA’ DEL MONDO DOVE VIVERE DUE SONO ITALIANE

Le opere artistiche fatte di luce sono quelle del famoso light designer Andreas Boehlke, mentre le melodie che le rende ancor più suggestive sono del compositore e sound designer Burkhard Fincke: con i loro interventi e il supporto di talentuosi paesaggisti, i due piccoli grandi folletti del nostro Natale hanno creato un percorso magico che si estende per un chilometro e mezzo, immerso nella natura più splendida.

Per entrare nella magia, come dicevo, basta varcare la soglia della Porta delle Meraviglie. Da qui inizia la passeggiata incantata tra le palme splendenti del Viale dei Rami Scintillanti, passando per la Cattedrale di Luce. Lungo la strada incontriamo l’Albero delle Lucciole, il canneto verde acceso, l’Oasi orientale con ninfe e fiori di loto splendenti, campi coltivati a luci, e anche la Fata degli Alberi che appare magicamente su un grande tronco ad invitare i passanti a prendersi cura della natura, oggi così in pericolo.

Fino a salire con lo sguardo sulla Scala fino alla Luna, e ad imbattersi nella Mongolfiera natalizia e nella grande slitta di Babbo Natale che, con i grandi pacchi illuminati, sorprendono i visitatori con la gioia del vero spirito natalizio. E alla fine del piccolo grande viaggio scintillante, ci si può riposare e godersi una pausa di ristoro con le specialità gourmet dell’area Luci e Delizie.

LEGGI ANCHE  A.A.A. CERCASI ALBERO DI NATALE PERFETTO

Creata da Light Art, organizzata da Deag Deutsche Entertainment Ag, Img e Be.it Events, nata dal format di successo Christmas Garden, Incanto di luci è partita nel 2016 da Berlino per poi dilagare in molte città europee ed oggi, finalmente, anche a Roma, dove è allestita in contemporanea con altre 18 località estere, tra cui Parigi, Barcellona, la stessa Berlino, Francoforte, Dresda e Windsor. “Dopo che l’anno scorso 1,9 milioni di persone hanno visitato i nostri Giardini di Natale in tutta Europa – ha affermato Christian Diekmann, COO e CDO di DEAG Deutsche Entertainment AG – siamo incredibilmente entusiasti di continuare a crescere a livello internazionale e di accogliere Roma come un’altra affascinante città nella nostra famiglia di Giardini di Natale. Vorremmo ringraziare tutti i nostri partner per la loro collaborazione”.

Patrizia Simonetti

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI