DAL 18 DICEMBRE “FUORI LEGGE” LA FALSA PIZZA NAPOLETANA

Dal 18 dicembre diventa  fuori legge la falsa pizza napoletana. Non potrà essere inserita nei menu con questa dicitura se non rispetta le regole previste del disciplinare che prevedono criteri rigorosi per la scelta degli ingredienti, preparazione e cottura nel forno a legna.

Lo afferma la Coldiretti in riferimento alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Regolamento di esecuzione (Ue) 2022/2313, che ha approvato la richiesta dell’Italia alla Unione Europea di garantire la protezione con riserva del nome per la “Pizza Napoletana”

Per meritarsi il nome di “Pizza Napoletana” dovranno inoltre essere garantite le ore minime di lievitazione, la stesura a mano della pasta, le modalità di farcitura e l’altezza del cornicione di 1-2 di circa 1 o 2 centimetri.

LEGGI ANCHE  LA TRADIZIONE NAPOLETANA A MESSINA DAI FRATELLI LA BUFALA

Quanto agli ingredienti anche questi devono essere di esclusiva provenienza nazionale come l’olio extravergine d’oliva, il basilico fresco, nonché la “Mozzarella di Bufala Campana Dop” e la “Mozzarella tradizionale Stg”, esclusive per la variante con formaggio a pasta filata.

Altri ingredienti necessari nella preparazione della “Pizza Napoletana” – precisa la Coldiretti – sono i pomodori pelati e/o pomodorini freschi, che evidentemente potranno dare nuovo slancio alla produzione di pomodoro nazionale, notoriamente riconosciuto per la sua grande qualità.

Nel caso in cui la “Pizza Napoletana” non sia rispondente  al disciplinare di produzione la sua commercializzazione sarà considerato un “illecito”, sul quale – spiega la Coldiretti – l’Ispettorato centrale della tutela della qualità e della repressione frodi (Icqrf) è già al lavoro per dettagliare gli aspetti tecnici per aggiornare le relative disposizioni sanzionatorie inerenti alla protezione delle indicazioni geografiche e delle denominazioni di origine dei prodotti agricoli e alimentari.

LEGGI ANCHE  LA TRADIZIONE NAPOLETANA A MESSINA DAI FRATELLI LA BUFALA

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI