santo versace

“FRATELLI. UNA FAMIGLIA ITALIANA”, IL LIBRO DI SANTO VERSACE

È degli ultimi giorni la notizia dell’uscita del libro “Fratelli. Una famiglia italiana”. Un racconto, pensato e scritto da Santo Versace, fratello dei due stilisti Gianni e Donatella.

Per chi non lo sapesse la storia dei tre fratelli parte dal sud Italia, nello specifico da Reggio Calabria. È proprio lì, nella sartoria della madre, che Gianni Versace ha sviluppato la sua passione per i vestiti e per la moda, con la sorella più piccola. Nel libro viene spiegato il ruolo di Santo, più defilato, meno conosciuto ma quello fondamentale per tenere unita la famiglia e portare avanti il loro sogno di creare la maison Versace.

 «I rapporti tra fratelli non seguono regole precise. Piuttosto, seguono le onde della vita. Ci si unisce e ci si disunisce, ci si allontana e ci si riavvicina. Si naviga a vista. Calma piatta o mareggiate. Qualcuno che casca fuoribordo e qualcuno che lo riacciuffa. Si arriva in porto navigando en souplesse o si è costretti a scappare, inseguiti dagli squali. Se devo dire qual è stato e qual è tuttora l’aspetto più straordinario della mia vita, più ancora dei risultati ottenuti, mi ha entusiasmato la navigazione. Ho seguito il vento, ho seguito il vento della nostra famiglia. Ho imparato a vivere dai miei genitori, ho incoraggiato i progetti di Gianni e poi di Donatella, ho protetto il nostro patrimonio.»

LEGGI ANCHE  NUOVE GENERAZIONI E WEB: IL SOCIOLOGO FRANCESCO PIRA PRESENTA "FIGLI DELLE APP"

L’importanza di Santo Versace

Queste delle parole estratte dal libro in questione che fanno capire il ruolo da fratello maggiore di Santo. Laureato in economia e commercio all’Università degli Studi di Messina è una figura chiave nell’espansione mondiale del marchio. Infatti, dopo alcuni anni dalla laurea e l’apertura di uno studio di commercialista, decise di lasciare la sua città per trasferirsi a Milano. Lì seppe trasformare l’arte di Gianni in una grande realtà del mondo della moda, occupandosi di tutta la parte economica e finanziaria relativa al marchio. I due fratelli lavorarono gomito a gomito per raggiungere lo stesso obiettivo. In un secondo momento subentrò nella società anche la sorella più piccola Donatella, che affiancò Gianni nella parte creativa.

Da qui il via alla prima boutique milanese in via della Spiga e poi Il 28 marzo del 1978 la prima sfilata al Palazzo della Permanente con la firma Maison Versace. Una presentazione che venne apprezzata da tutto il settore della moda degli anni ’80 e che decretò l’ascesa del genio, dell’innovazione, dell’avanguardia delle collezioni di Gianni Versace.

LEGGI ANCHE  "LUCIO DALLA": LA STORIA DEL CANTAUTORE CHE CONQUISTÒ L'ITALIA RACCONTATA IN UN LIBRO

Tutto questo fino al 15 luglio 1997, giorno nel quale lo stilista venne ucciso sugli scalini della sua villa di Miami da due colpi di pistola. Quello fu un duro colpo per l’intera famiglia e per l’azienda, ma anche lì dopo un periodo chiaramente difficile, il lavoro di Santo e Donatella Versace hanno fatto si che il sogno continuasse.

L’uscita del libro

La data di uscita del lavoro di Santo Versace è il 22 novembre 2022. Nei giorni successivi, il 30 novembre, si svolgerà la presentazione ufficiale del libro, aperta al pubblico, nella Libreria Rizzoli all’interno della Galleria Vittorio Emanuele II, di Milano. All’evento interverranno l’autore, Santo Versace, Carlo Capasa presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana e la giornalista Paola Jacobbi.

santo versace

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI