CROSSWORK, UN PONTE DI LAVORO TRA SICILIA E MALTA

E’ ufficialmente nato Crosswork un ponte di lavoro tra Sicilia e Malta, progetto che si prefigge di creare occupazione nel mondo giovanile siciliano. Saranno 30 i giovani disoccupati siciliani, con età fino a 29 anni, potranno ottenere tirocini per inserimento lavorativo retribuiti per stage da realizzare all’interno di aziende maltesi. Stessa opportunità viene offerta a 6 giovani dell’isola dei Cavalieri che potranno formarsi presso aziende in Sicilia.

Tra i partner: l’Istituto scolastico Principi Grimaldi di Modica e la Malta Chamber of SMEMalta, il Dipartimento della famiglia e delle politiche sociali della Regione Siciliana, diretto da Letizia Di Liberti, ed ancora SicindustriaDelegazione di Ragusa, Legacoop Sicilia, Cna Sicilia, Cgil Sicilia, Cisl Sicilia, Uil Sicilia.

LEGGI ANCHE  CASE A 1 EURO: ALLA LISTA SI AGGIUNGONO 11 BORGHI, TRA QUESTI ANCHE ITALA A MESSINA

L’intento è quello di favorire l’interazione tra le due isole attraverso l’attivazione di stage di inserimento di giovani presso micro, piccole e medie imprese. Una grande opportunità che viene offerta ai giovani affinché possano porre le pietre fondanti del proprio futuro, come ha sottolineato Rosario Alescio, presidente di Logos: “Abbiamo pensato alla creazione del progetto “Crosswork” seguendo le richieste del mercato siciliano e maltese. Il primo, caratterizzato da un alto livello di disoccupazione, ha una notevole forza lavoro qualificata e da qualificare ma in cerca di occupazione, mentre per il mercato maltese la situazione è inversa, con un bassissimo tasso di disoccupazione e con una costante richiesta di nuovi lavoratori.

Alescio ha poi aggiunto: “Grazie al lavoro svolto in sinergia con tutti i partner progettuali, abbiamo predisposto l’erogazione di ben 36 voucher per l’attivazione di stage di inserimento lavorativo, della durata di 6 mesi, presso quelle imprese che puntano al miglioramento della propria competitività. Si tratta di tirocini retribuiti così da sostenere i giovani in questo percorso di crescita”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI