STORIE E MISTERI DEL QUADRO DI UNA MADONNA MODERNA

E’ forse una delle immagini più conosciute della Madonna: una giovane donna avvolta in un mantello blu, tra le braccia  ha un bambino che dorme appoggiato su di lei.

La “Madonna del riposo” o la “Madonna delle vie” , la “Madonnina” oppure “Maternità” sono numerosi i nomi con cui si indica il dipinto di Roberto Ferruzzi del 1897.

Il pittore nato a Sebenico in Dalmazia ma che ha vissuto anche a Venezia  e in un piccolo centro sui Colli Euganei, grazie a questo dipinto riuscì a vincere la seconda Biennale di Venezia.  

Il mistero del dipinto sparito

E’ un’immagine dolcissima che evoca la maternità. Un quadro conosciuto in tutto il mondo, amatissimo e riprodotto in tanti modi. Una Madonna moderna adorata e sentita vicina da tanti fedeli ma è un dipinto presente anche in molte case.

Eppure nonostante le repliche infinite, l’originale non c’è. Perduto in fondo al mare durante una traversata nell’oceano Atlantico dall’Europa agli Stati Uniti, oppure modificato, cambiato e finito in una collezione privata in Pennsylvania, sono diverse le ipotesi sulla fine del dipinto. L’unica certezza è che non si trova.

Ci sono le copie manca l’originale

In tutto il mondo le sue repliche si sono moltiplicate all’infinito così come le storie intorno a questo quadro.

Attorno al dipinto, infatti, c’è un mistero sul quale, anni fa, ha indagato anche la nota trasmissione “Chi l’ha visto?” che era andata alla ricerca del quadro.

All’appello aveva risposto un restauratore della provincia di Cuneo che aveva mostrato un quadro acquistato da un suo cliente in un mercatino per cinque euro. Da un esame sarebbe emerso che si tratterebbe di un bozzetto preparatorio di un dipinto la cui fama ha fatto il giro del mondo.

La storia nella storia

Anche i protagonisti del quadro avrebbero una storia particolare. A far da modelli al Ferruzzi furono una ragazza veneziana Angelina Cian di 11 anni e il fratello Giovanni che il pittore vide un giorno per strada.

La ragazza poi avrebbe avuto un destino tragico. Si sposò con un uomo dal quale ebbe 10 figli ed insieme andarono a vivere in America. Purtroppo lui morì presto e lei, rimasta vedova, sarebbe precipitata nella disperazione tanto da finire in un manicomio, i figli invece furono affidati ad un orfanotrofio.

Non avrebbe mai raccontato a nessuno che anni prima aveva posato per un quadro.

Molti anni dopo, una delle figlie diventata suora, sarebbe tornata in Italia a conoscere le anziane zie e da un dipinto che le mostrarono scoprì che il volto della madre era quello della Madonna del Ferruzzi.

Un’immagine resa immortale da un pittore che aveva visto in quella giovane un sentimento di tenerezza e maternità, che è diventato un simbolo religioso e che ha attraversato epoche arrivando intatto fino a noi.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI