METTI UNA SERA A CENA D’ESTATE PESCE FRESCO E TRADIZIONE MESSINESE

Per cominciare ci sono le cozze: crude con una spruzzata di limone o alla marinara, impepata, gratinate, nell’insalata di mare. La cena estiva dei messinesi si apre prevalentemente con un bel piatto di cozze magari da mangiare in una delle terrazze all’aperto dei tanti locali di Ganzirri o con vista mare, in una tavola piena di amici e persone a cui si vuole bene.

Cozze e vongole dall’antipasto al primo

Dopo una giornata di sole e mare cosa c’è di meglio di una gustosa cena a base di pesce e frutti di mare. Ripercorriamo con la mente una cena tipica messinese dove cozze e vongole sono protagoniste insieme al pescespada, ai polpi, i totani, i calamari, i gamberi e molto altro ancora.

Ricci che passione

D’estate le cozze non possono mancare anche nei primi piatti come la pasta ai frutti di mare, ma un primo da non perdere è una gustosissima pasta con i ricci di mare. Un trionfo dei sapori con la polpa dei ricci che avvolge spaghetti e linguine in un gustoso abbraccio. Immancabile anche i classici spaghetti con le vongole o ai gamberi e per i più tradizionali c’è la ghiotta di pescespada.

Totani e calamari che ricette!

Arriva il secondo con un piatto di totani, pesce tipico delle Eolie, che si può gustare in umido o fritto. Per chi ama i calamari sono buonissimi quelli ripieni. Preparali è facilissimo: per il ripieno occorre mescolare pangrattato, aglio, capperi, formaggio grattugiato, prezzemolo, olio, sale e pepe c’è anche chi mette del pomodoro a pezzetti. Ogni calamaro si riempi per tre quarti e viene chiuso con uno stecchino. I calamari sono pronti per finire sulla brace, una cottura veloce per poi arrivare nel piatto accompagnati dal classico salmoriglio con olio, sale, pepe e limone.

Il pescespada, re dello Stretto

D’estate sulle tavole dei messinesi non può mancare il pescespada, i modi di cucinarlo sono tantissimi: alla brace se a fette, nella ghiotta a pezzi, negli spiedini di braciole e nella parmigiana se a fettine sottoli. Il pescespada è buonissimo anche fritto oppure al forno, semplicemente condito con aglio pomodorini, capperi, sale, pepe e olio e in tanti altri modi.

LEGGI ANCHE  MILAZZO CHE BELLA STORIA FRA SPETTACOLO E CULTURA

Tra i pesci da taglio buonissimi anche il tonno ottimo da mangiare accompagnato con la cipolla in agrodolce. Cambiando tipologia ci sono tanti pesci dello Stretto che possono finire in padella, sulla brace, al forno, cotti al sale. Su tutto ci va dell’ottimo vino bianco ben freddo ed una buona compagnia magari davanti ad un meraviglioso panorama dello Stretto.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI