DONNE E LAVORO: LA REGIONE TORNA A SOSTENERE L’IMPRENDITORIA FEMMINILE

La Regione torna a sostenere l’inserimento lavorativo delle donne e l’avvio dell’impresa femminile. L’assessorato regionale della Famiglia, delle Politiche sociali e del Lavoro ha riavviato il procedimento relativo all’Avviso 31 “Lavoro e impresa artigiana donne” del 2019, sospeso a marzo 2021 a causa della pandemia.

«Abbiamo rimesso in moto la macchina amministrativa per esitare le istanze ricevute – sottolinea l’assessore regionale al Lavoro, Antonio Scavone. Si conferma l’impegno del governo Musumeci al fianco delle donne che intendono avvicinarsi al mondo dell’artigianato. L’obiettivo è di favorire l’acquisizione delle competenze necessarie a misurarsi con il lavoro autonomo e all’avvio di nuove imprese. Proseguiamo con convinzione nella strada intrapresa per incentivare l’imprenditorialità femminile e aumentare il numero di donne che riescono a trovare una propria dimensione lavorativa. Gli strumenti di sostegno introdotti dalla Regione Siciliana contribuiscono a ridimensionare le ancora numerose disparità di genere che ogni giorno ci vengono segnalate dal mondo politico e sindacale».

LEGGI ANCHE  IL COMUNE DI MESSINA INVIDIVIDUERÀ NUOVI CENTRI VACCINALI PER ACCELERARE LA CAMPAGNA

Il provvedimento, firmato dal dirigente generale del dipartimento Lavoro, Gaetano Sciacca, approva l’elenco provvisorio dei 137 progetti ammessi alla valutazione (è consultabile sul sito del dipartimento regionale). Sarà un’apposita commissione a selezionare le proposte più corrispondenti a quanto prevede l’Avviso 31. Sono 9, invece, le istanze ritenute non ammissibili, per le quali i proponenti possono formulare osservazioni entro 10 giorni.

CHI PUO’ PARTECIPARE AL BANDO.

Il bando è rivolto a donne disoccupate o inoccupate, residenti o domiciliate sul territorio regionale da almeno sei mesi al momento della candidatura. Le richiedenti devono avere un’età compresa tra 16 e 56 anni compiuti. L’avviso è rivolto, inoltre, a donne che hanno subito violenza e a extracomunitarie in possesso di permesso di soggiorno di lungo periodo o con asilo e protezione di tipo sussidiaria sul suolo italiano da almeno 24 mesi.

LEGGI ANCHE  CONTRASSEGNO DI STATO PER TUTTI I VINI DOC DI SICILIA

La dotazione finanziaria complessiva dell’Avviso è pari a 11 milioni di euro a valere sulle risorse del Fondo sociale europeo Sicilia 2014-2020. L’obiettivo è finanziare almeno 67 progetti, coinvolgendo 570 donne.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email