TORNA IL FESTIVAL DEL FITNESS PER RICORDARE ANDREA

Una giornata all’insegna dello sport e della gioia in ricordo di un ragazzo strappato alla vita troppo presto, ma anche un invito alla prudenza per chi si mette al volante. Porta un doppio messaggio il Festival del Fitness, manifestazione possibile grazie all’amore di due genitori, Patrizia e Giuseppe che non hanno mai dimenticato il figlio Andrea Scaglione, morto in un incidente stradale nel luglio 2014.

La manifestazione, che torna dopo due anni di stop a causa della pandemia, fa parte  delle le iniziative collaterali previste in occasione della tappa messinese del Giro d’Italia.

L’ appuntamento è a piazza Unione Europea, quest’anno la manifestazione coincide con l’8 maggio, Festa della mamma. E proprio l’amore indissolubile di una madre per il figlio, è un legame fortissimo che va oltre la vita e la morte.

Una giornata di sport per non dimenticare

Ricordare mio figlio per me è vitalespiega Patrizia, mamma di Andrea. “Nessuno muore se resta nel cuore di chi lo ricorda, io sopravvivo sapendo che mio figlio viene ricordato,  l’incidente che gli ha tolto la vita non può passare in sordina, anzi vuole essere idealmente un messaggio  affinché chi guida osservi sempre la massima prudenza e non procuri mai dolore ad altre persone. E’ un messaggio per non dimenticare”.

LEGGI ANCHE  VI RACCONTO IO I MITI

“Andrea è sempre qui che mi sostiene”

“Da quando lui non c’è più – prosegue – non faccio più caso alle date ed alle ricorrenze, in particolare per il ritorno di questa manifestazione potevo scegliere fra il 7 e l’8 maggio, inizialmente non sapevo neppure che l’8 era la festa della mamma, l’aver scelto questa data inconsapevolmente la vedo come un segnale, un regalo che nel giorno della festa della mamma mi fa sentire ancora più vicina a lui. Andrea è sempre qui che mi sostiene”.

L’iniziativa è stata resa possibile grazie anche  all’impegno di Francesco Giorgio che ha permesso di realizzare un appuntamento  ormai divenuto una tradizione.

LEGGI ANCHE  QUANDO RIPRENDERÀ IL CALCIO GIOCATO?

Unico requisito il cuore

Sarà  dunque una giornata all’insegna dello sport, con tante discipline ed esibizioni per ricordare Andrea. Le adesioni sono già numerose, l’unico requisito è il “cuore”.

Lo spirito è della festa gioiosa dello sport ma anche un monito ad usare prudenza per chi si mette alla guida in condizioni alterate o usando il cellulare, “uccidendo insieme a loro, intere famiglie e amici che lo circondano!” come ricorda la mamma di Andrea in un post su Facebook annunciando l’iniziativa.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI