A ROMA IL CONCERTONE DELL’1 MAGGIO TORNA IN PIAZZA. SUL PALCO ANCHE LA SICILIA

Roma torna finalmente a riappropriarsi della storica Piazza di San Giovanni in Laterano per il Concertone del Primo Maggio, dopo le ultime due edizioni in streaming a causa della pandemia. Come sempre promosso da CGIL, CISL e UIL in occasione della Festa del Lavoro, quest’anno lo slogan della manifestazione è quanto mai a doppia valenza e recita “Lavoro per la Pace”. Così come doppie e apparentemente contrastanti sono le emozioni, come ha spiegato bene il direttore artistico, produttore e organizzatore con i-Company Massimo Bonelli nel corso di una conferenza stampa in diretta Instagram: “da un lato c’è la gioia del ritorno in piazza, dall’altro la percezione che la pandemia non è completamente finita e che è in atto una guerra con uno scenario che potrebbe diventare peggiore di quello che è già. Ma queste emozioni vanno coniugate nel nostro Primo Maggio e lo faremo, perché quest’anno avremo diversi interventi di parola, e racconteremo anche attraverso le emozioni degli artisti e degli ospiti che verranno a trovarci il significato della serata, scatenando una reazione emotiva che coinvolgerà tutti”.

Questo Primo Maggio 2022, presentato per la quinta volta consecutiva da Ambra Angiolini, suonerà per davvero dunque, su un palco vero, nella stessa piazza del pubblico, e la musica e le emozioni saranno condivise da persona e persona. Anche in questa direzione va la scelta del cast musicale: “negli ultimi due anni di pandemia abbiamo fatto scelte più conservative per riuscire a creare set musicali più legati alle emozioni di tutti – spiega Bonelli – Quest’anno tornando in piazza, torna anche la voglia di fare avanguardia, che credo sia la vocazione stessa del Concerto del Primo Maggio, e cioè di essere un palco che offre a tanti artisti la possibilità di accedere per la prima volta ad uno scenario e ad una platea nazional popolare. Non mancheranno nomi conosciuti e storici di questo evento, ma nel pomeriggio lasceremo tanto spazio ai nuovi artisti, come i giovanissimi Ariete, Angelina Mango, Big Mama che peraltro rappa e parla di body positivity e per noi è una scommessa. Ma poi, per gli storici,  c’è il grande ritorno di Carmen Consoli...”

Una bella manciata di Sicilia sul palco romano della Festa del Lavoro. Si comincia dunque dalla Cantantessa, testa e voce catanese reduce dal suo secondo Premio Amnesty International Italia per L’uomo nero, brano su diritti umani e sovranismo contenuto nel suo ultimo album Volevo fare la rockstar. Il primo lo aveva ricevuto nel 2010 per la canzone Mio zio sugli abusi sui bambini. Carmen Consoli, praticamente di casa al Concertone del Primo Maggio, avrà un set tutto suo dove ci sarà spazio e tempo per riproporre anche le sue canzoni più belle e storiche. Ancora Sicilia con Colapesce da Solarino, stavolta, a quanto pare, senza Dimartino con il quale sta di nuovo mietendo grandi successi radiofonici grazie al pezzo Propaganda di Fabri Fibra di cui sono entrambi feat.

LEGGI ANCHE  ROY PACI A INSIEME PER LA PACE: IL POPOLO SICILIANO E' GENEROSO

Chiude la Trinacria La Rappresentante di Lista: palermitano doc lui, Dario Mangiaracina, acquisita lei, Veronica Lucchesi, originaria di Viareggio, non potranno non regalarci live la loro Ciao ciao sull’Apocalisse, inno ambientalista che ha spopoalto in quel di Sanremo, adottato persino dal movimento italiano Greta Thunberg.

E poi Marco Mengoni, all’esordio su questo palco; Luca Barbarossa e Extraliscio che per la prima volta presenteranno live il loro primo singolo realizzato insieme È così in uscita venerdì 29 aprile; Fabrizio Moro, Ornella Vanoni, Tommaso Paradiso (neo regista di Sulle Nuvole); Le Vibrazioni (freschi di nuovo Ep intitolato VI), Enrico Ruggeri, Clementino, Max Pezzali,  Coma Cose, L’Orchestraccia, Fasma, Rancore, Willie Peyote, Luché, Cez, Venerus, MACE feat. Rkomi, Venerus, Gemitaiz; Bandabardò orfani di Erriquez, voce nonché chitarra e ukulele del gruppo scomparso un anno fa, che saranno assieme a Cisco; Joan Thiele, Psicologi, Mara Sattei, Bresh, Rovere, Sinkro, Deddy e Cafellatte, Mobrici, Mecna, Claver Gold, Hu, Vv, Mr Rain.

LEGGI ANCHE  ROMA: TORNA IL CONCERTO DEL PRIMO MAGGIO. CAST DAL VIVO MA NIENTE FAN

E per la prima volta al Primo Maggio anche gli artisti del grande musical di Riccardo Cocciante: Notre Dame De Paris, con una performance speciale a celebrare i vent’anni di successi. Unici simbolici ospiti internazionali i GO-A, giovane band di Kiev che l’anno scorso ha rappresentato l’Ucraina all’Eurovision Song Contest. Nel pomeriggio, si esibiranno anche i 3 vincitori di 1MNEXT 2022, il contest del Concerto del Primo Maggio che ogni anno, tra gli oltre mille iscritti, premia le tre migliori proposte emergenti. A parlare saliranno sul palco anche Claudio Santamaria, il divulgatore scientifico Barbascura X, Marco Paolini, i giornalisti Francesca Barra, Giovanna Botteri, Riccardo Iacona, lo scrittore Stefano Massini e Valerio Lundini.Il Concerto del Primo Maggio 2022 di Roma sarà quindi un racconto collettivo fatto di musica, parole ed emozioni, finalmente di nuovo condivise. Si parlerà non solo di lavoro, sicurezza e diritti, ma anche di sanità, condizione femminile, giovani, tolleranza e accoglienza. Partirà alle 15.30 per terminare a mezzanotte e sarà trasmesso in diretta da Rai 3, da Rai Radio 2 e da RaiPlay. Confidiamo nel bel tempo.

Patrizia Simonetti

 

 

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI