veronica crocitti

“VI FACCIO VIAGGIARE CON ME” VERONICA CROCITTI RACCONTA I SUOI “SCORCI DI MONDO”

Da giornalista di cronaca a travel blogger seguitissima. Sempre in giro per il mondo a caccia di nuovi luoghi, culture da scoprire. Ma dietro c’è tanto lavoro.

Messina è il punto di partenza per i suoi viaggi in giro per il mondo, lei è Veronica Crocitti. Prima di intraprendere la sua nuova vita e carriera come travel blogger, scriveva in qualità di giornalista articoli di cronaca in diverse testate giornalistiche. Tutto d’un tratto la sua vita ha preso una piega decisamente diversa.

“Io nasco come giornalista, come tale ho fatto diverse esperienze sia su Messina che a Roma e a Washington. In città scrivevo di cronaca nera e giudiziaria. I viaggi sono sempre stati una mia passione ed in un momento della mia vita ho sentito l’esigenza di iniziare scrivere non soltanto di brutti fatti, come dico io, ma anche di cose belle”.

Da qui l’idea di dedicarsi alla sua passione e pertanto di iniziare a scriverne di più, così nell’aprile del 2016 apre Scorci di Mondo, il suo blog dedicato ai viaggi.

“È nato assolutamente per gioco, poi piano piano aggiornando le mie competenze sul mondo del blogging sono riuscita ad andare avanti. Dal canto mio avevo un background in linea con questo settore, però è stato importante ampliare le mie conoscenze. Così il blog è continuato a crescere, quindi dal gioco iniziale si è trasformato in un lavoro per me. Questo mi impegna a 360°. – Dalle parole di Veronica si sente fortemente il suo entusiasmo e la soddisfazione per il suo blog e continua – Sono felice di dire che Scorci di Mondo si sta ampliando, adesso fa anche da agenzia di marketing e comunicazione per imprese turistiche, formazione specifica, corsi dedicati, lezioni nelle scuole, università”.

Cosa fa un travel blogger?

Il suo è un lavoro che potremmo definire “nuovo”, nato appunto negli ultimi anni. C’è sempre una certa difficoltà nel comprendere una professione non tradizionale, nel capirne l’impegno reale, così chiediamo a Veronica di spiegarci cosa fa un travel blogger come lei:

LEGGI ANCHE  ECCO COME NASCE L'ABITO DA SPOSA AMELIA CASABLANCA

“Come dice la parola stessa, è un blogger di viaggi. Per cui significa avere uno spazio virtuale all’interno del quale si parla di un tema specifico, che nel mio caso sono viaggi. Sono una narratrice che racconta luoghi, itinerari, consigli. Faccio viaggiare sia virtualmente  che materialmente dando gli strumenti per poterlo fare” – Un lavoro che come continua a raccontarci è abbastanza faticoso – “Al contrario di ciò che si può pensare, non è sempre vacanza. C’è una grande organizzazione dietro, quindi ci sono diversi collaboratori con me. Materialmente ne ho bisogno, sia per la parte delle foto che della pubblicazione di post sui social, da videomaker. Strutturiamo dei progetti e li proponiamo a strutture, sponsor, altre volte mi contattano loro”.

Questa grande pianificazione le ha regalato grandi soddisfazioni e la crescita costante del suo seguito. Ad oggi vanta su Instagram nel suo profilo personale quasi 57 mila follower, sul profilo di Scorci di Mondo 3.177 follower, per non parlare dei 15.331 su Facebook e del crescente numero anche su Tik Tok.

“I social sono fondamentali, se utilizzati bene. Hanno utenti diversi da un sito internet. Mi hanno aiutato tanto, creando delle piccole community. Io ho scelto instagram perché amo la fotografia, i colori, scrivere. Facebook perché ho subito trovato una community che mi ha seguita sin da subito. Attualmente mi sto concentrando su Tik Tok, il nuovo social con utenza diversa per fascia di età. Bisogna sempre sperimentare e sperimentarsi”. Ogni social ha un suo target di riferimento e Veronica con grande determinazione cerca di conquistarli tutti.

Dall’ Europa all’ Oceania

Ma con la nostra travel blogger abbiamo voglia di sognare e come dice lei stessa di “viaggiare virtualmente”. Tantissime le mete che ha visitato in 5 continenti differenti a partire proprio dall’Europa con la Francia, l’Austria, il Belgio, la Grecia, tante delle meravigliose città italiane. Poi l’America con Brasile, Canada, Cile, Il Messico, Perù; l’Asia con la Birmania, Cambogia, Cina, Iran, Malesia, Mongolia e l’Australia. Ci sarebbero ancora molti luoghi da elencare, ma c’è ne uno in particolare che ha rapito il cuore di Veronica.

LEGGI ANCHE  "SIAMO SICILIANI, SIAMO PERSONE" video

“Il posto che mi è rimasto nel cuore è l’Africa. Ho fatto un bellissimo viaggio in Tanzania, Zanzibar ed una piccola isola, Mafia Island, che è un paradiso terrestre. Prima o poi ci tornerò”.

Da giramondo qual è il suo amore per il viaggio è opera della sua curiosità “Mi piace scoprire cose nuove, culture, posti, attrazioni, sperimentare nuovi cibi. È la ragione che mi spinge a viaggiare sempre”. Proprio per questo c’è ancora un sogno di viaggio nel cassetto “Ho viaggiato tantissimo, ma il mondo è cosi grande che non mi basterebbe tutta la vita per visitarlo. Però nel mio cuore come sogno nel cassetto c’è la Patagonia. Spero di riuscire a realizzarlo”.

Al momento tra i suoi progetti futuri c’è un impegno imminente per un tour nel Lazio e la pianificazione dei progetti per Maggio e Giugno di cui ancora non può svelarci le destinazioni perché in work in progress. Basterà seguirla per scoprirle. Parlare con lei fa venir voglia di viaggiare e soprattutto di dedicarsi nella vita a ciò che più ci appassiona per essere appagati

“Il mio lavoro precedente non mi manca. Adesso posso dire di essere soddisfatta. Ho sempre pensato che se lavorare mettendoci passione sia la massima realizzazione che un essere umano possa avere. Per far ciò è importante non arrendersi alla prima difficoltà e studiare sempre, non ci si improvvisa nulla”.

Messina, la sua città

Nonostante i suoi numerosi viaggi Veronica Crocitti torna sempre a Messina, la sua base stabile da ormai 26 anni. Dove vive e pianifica il suo lavoro al meglio

“Ci sono dei disagi materiali nel vivere qui, non ci sono voli diretti internazionali pochi europei. Disagi però iniziali. Poi è casa mia, amo la mia città. Mi piace stare qui anche se secondo me non è molto valorizzata, potrebbe essere una meta turistica gettonata e si potrebbe vivere solo di quello in città”.

Mariacristina La Rosa

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email