IN ATTESA DELL’ESTATE PASQUA RESUSCITA IL TURISMO A TAORMINA E NELLE EOLIE

Mancano i russi, mancano i cinesi, i primi per la guerra i secondi per il covid, ma il grande turismo quello straniero è tornato a Taormina.

Si cominciano a vedere i primi americani ma in questi giorni di pasqua sono tornati gli europei, quelli di sempre: francesi, tedeschi, spagnoli. E non sono mancati gli italiani, ma stavolta, dopo due anni di pandemia le presenze maggiori sono quelle straniere.

Nel mondo c’è voglia di Italia

Ha detto il ministro del turismo Massimo Garavaglia ed a giudicare dai numeri della Sicilia non si sbaglia. “

A Taormina il sindaco Mario Bolognari ha detto che  i grandi alberghi hanno registrato il sold out a Pasqua, medesima  situazione a breve anche con i numeri del lungo ponte del 25 aprile 1 maggio.

LEGGI ANCHE  CRESCE L'ATTESA PER LA SERIE "VIOLA COME IL MARE"

Ristoranti, bar, alberghi, locali hanno lavorato bene finalmente con buoni numeri. A Taormina fra l’altro, da settimane risiedono le oltre 400 persone della  serie tv “The White Lotus”, che alloggia al San Domenico ed in tanti alberghi e ville della cittadina ionica.

 

Non a caso negli ultimi giorni gli aeroporti di Palermo e Catania avevano registrato 280 mila transiti. Secondo  Assoturismo Confesercenti a Pasqua le prenotazioni hanno superato il 76% della disponibilità delle strutture ricettive, e il 36% erano stranieri.

 Tante presenze anche alle Eolie e nelle città d’arte  della Sicilia

Dopo due anni di assenza per la pandemia i turisti  europei sono tornati nelle  città d’arte siciliane quali come Palermo, Catania, Siracusa.

LEGGI ANCHE  IL GAMBERETTO DI NASSA: “L’ORO DI LIPARI”

Buoni numeri si sono registrati anche nelle Eolie ed in particolare a Stromboli, Lipari e Salina. Le navi e gli aliscafi hanno viaggiato con tante presenze, soprattutto straniere, che sono tornate nelle isole Eolie. Una riconferma è attesa per il lungo ponte fra il 25 aprile e l’1 maggio, ma soprattutto, ci si attende una grande estate dopo due stagioni di problemi e restrizioni.

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI