IO SONO FAVOREVOLE ALLA CANNABIS LEGALE NON A QUELLA “LUDICA”

Le foto circolate nelle scorse ore di Ornella Muti insieme alla figlia Naike Rivelli con la collana a forma di marijuana non poteva non passare inosservata. E come sempre accade la politica in questi casi si fa sentire. Fratelli d’Italia ha criticato le immagini della coconduttrice del Festival che, a loro dire, rischia di essere un megafono delle posizioni sulla cannabis libera e sull’indizione del referendum

Inevitabile oggi alla conferenza stampa del festival che la prima domanda a Ornella Muti fosse proprio questa.

“La cannabis legale è già legale.” Ha subito precisato Ornella Muti “Io non sostengo invece il cosiddetto aspetto ludico della canna. Questa polemica mi amareggia. Personalmente io mi curo con l’omeopatia e questo penso che sia un mio diritto ed una libera scelta di chi preferisce questo. Non mi piace questa voglia di distruggere tutto e soprattutto questa confusione su qualcosa che sinceramente non penso. Sono una madre, sono una nonna e sono consapevole dei pericoli della droga, anche se penso che forse sia meglio legalizzare la cannabis per eliminare giri pericolosi e dunque avere delle regole per evitare proprio questo. Certo bisogna capire anche cosa succede legalizzandola.”

LEGGI ANCHE  RIAPRIRE I CINEMA ED I TEATRI. ANCHE SANREMO LANCIA UN APPELLO PER LO SPETTACOLO

Cosa farà stasera Ornella Muti

La prima coconduttrice fra le cinque scelte presenterà i cantanti con Amadeus e regalerà un momento della propria arte ed in particolare parlerà di ambiente, giocherà anche con Fiorello quando Ciuri la coinvolgerà.

La  possibilità di acquisire la cittadinanza russa.

I legami di Ornella Muti sono noti e sono soprattutto affettivi. “Sono molto, ma molto amata in Russia, mia madre è russa, la mia famiglia vive lì.” Ha aggiunto la Muti. “Io ragiono con il cuore, la mia scelta sarebbe dettata solo da questo, poi bisogna vedere se effettivamente questo sarà possibile.” Quanto ai fatti recenti della possibilità di una guerra fra Russia e Ucraina ha espresso il suo dolore dicendo che non è certamente una bella cosa.

LEGGI ANCHE  L’ITALIA POSA IN DIVISA ARMANI ED E’ SUBITO EFFETTO “GRAND HOTEL EXCELSIOR”

I suoi outifit ed il no a Giorgio Armani

Dopo le polemiche con Armani scoppiate a  causa di un post pubblicato su Instagram dalla figlia Naike Rivelli, la Muti ha deciso di scegliere Francesco Scognamiglio, talentuoso stilista napoletano.

Per lei ha preparato due creazioni realizzate con tessuti naturali. Il primo è un abito scultura nero con spacco e cristalli luminosi, il secondo è una tunica di tulle color carne ricamata di canottiglie e arricchita da swarovsky con bustier in raso sempre effetto nude e ricamato con cristalli in 3D. Quanto alle polemiche la Muti ha precisato che “Sono stata per anni testimonial di Armani – stavolta ho voluto solo avere dei look diversi, che male c’è? Lo stimo, lo ammiro, ma stavolta non ci siamo trovati.”

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI