I PRESEPI DI CALTAGIRONE, TRA ARTE, FEDE E TRADIZIONI POPOLARI

Si avvicina il Natale e si ripresenta la possibilità di visitare una collezione di arte presepiale tra le più grandi e suggestive di tutta l’isola. La rappresentazione della Natività, da sempre, riassume sentimento religioso, abilità artistica ed usanza popolare.

In Sicilia, la tradizione del presepe è particolarmente sentita ed affonda le sue radici in tempi assai lontani. Già nel XVI secolo i maestri artigiani di Caltagirone, erano intenti nella creazione dei “figureddi” in creta. I piccoli siciliani risparmiavano ogni soldino possibile, pur di acquistare dai “santari o pasturari” nuove figure per realizzare i loro presepi.

Gli artigiani producevano figure in serie, destinate alle classi più umili, ed al contempo, vere e proprie opere d’arte commissionate da chiese, conventi e corporazioni religiose. Dal XVII secolo, i principali committenti divennero nobili ed aristocratici, che facevano a gara per realizzare il presepe più bello nelle loro residenze.

Trasformandosi progressivamente, questa magnifica arte è giunta fino ai giorni nostri e Caltagirone rimane una delle città simbolo dell’antica tradizione. Grazie all’incessante ed appassionato lavoro di un’associazione che opera sul territorio, si può cogliere l’occasione per un’esperienza che toglie il fiato, per bellezza ed emozione.

L’ASSOCIAZIONE “AMICI DEL FAVO”

Nasce dal grande amore dei suoi soci verso l’arte presepiale, già a partire dagli anni ’70 e, pian piano, prende vita una straordinaria raccolta di presepi, provenienti da ogni parte del mondo. Dal 2000, con nuovo assetto, l’associazione “Amici del Favo” inizia ad operare a Caltagirone, la “Città della Ceramica”.

Tutte le iniziative e le attività condotte, si ispirano a principi di solidarietà sociale, con l’intento di creare vincoli di fraternità e collaborazione tra quanti si dichiarano cultori dell’arte. Non solo, attraverso la creatività del presepio, ogni associato emana i valori e lo spirito evangelico.

LEGGI ANCHE  METTI UNA SERA A TAORMINA, TRA ANIMA SICILIANA E ATMOSFERA INTERNAZIONALE

Michele Perniciaro, presidente dell’associazione “Amici del Favo”, viene rapito dalla magia del presepe in giovane età. La sua passione è alimentata dagli insegnamenti di Suor Giuseppina Catapano, di origini napoletane, dell’Ordine delle Suore delle Figlie della Carità. La stessa, in occasione di un concorso a tema, lo premia, allora tredicenne, con un Bambinello in cartapesta del ‘700.  

Perniciaro compie, nel tempo, un cammino artistico ricco di consensi e riconoscimenti. Esportando la sua esperienza, con l’intento di divulgare l’antica tradizione popolare, nel 1998, crea a Rondonia, in Brasile, il Presepe ed il Museo Permanente dei Presepi. Successivamente riconosciuti come monumenti nazionali brasiliani.

PROGRAMMA NATALE 2021

L’associazione “Amici del Favo”, organizza durante l’anno numerosi eventi ed iniziative. Grazie alla realizzazione del Museo del Presepe, arrivano a Caltagirone migliaia di visitatori dall’Italia e dall’estero. Naturalmente, durante le festività natalizie, vi è il maggiore fermento.

A Natale 2021, il programma prevede: visite guidate ai Presepi Storici allestiti in diverse punti della città ed al Museo del Presepe che racchiude una collezione di oltre 2500 esemplari provenienti da tutto il mondo; mostre tematiche ed itinerari tra le bellezze storiche ed artistiche della città.

Per aderire all’iniziativa ed approfittare dell’apertura natalizia dei Presepi di Caltagirone, è necessario compilare una scheda di adesione, offrire un contributo a prezzo ridotto di 3 euro a persona ed esibire il Green Pass. Per i dettagli, le modalità di partecipazione ed i contatti, si può consultare il sito www.ipresepidicaltagirone.it

Vi è la possibilità di partecipare singolarmente, con la famiglia o gli amici ma anche organizzarsi in grandi gruppi. In quest’ultimo caso, per tutto il periodo del soggiorno, un socio di “Amici del Favo” sarà a disposizione della comitiva. Un prezioso supporto per vivere un’esperienza indimenticabile nella meravigliosa città del comprensorio calatino, dichiarata Patrimonio dell’Unesco.

LEGGI ANCHE  CASE A 1 EURO ANCHE A CALTAGIRONE, LA PERLA D'ITALIA PATRIMONIO DELL'UNESCO
I PRESEPI

La collezione dei presepi dell’associazione è tanto vasta da non consentirne la completa esposizione . A rotazione, dunque, vengono collocati negli spazi espositivi del museo di via SS. Salvatore n.28, regalando costantemente stupore e meraviglia. Per esempio, il Presepe “Caltagirone in Miniatura” riproduce fedelmente tutti i monumenti in scala della città, compresa la famosa Scalinata, con i suoi 142 gradini ed i 4000 coppi illuminati.

Guardando il Cielo”, presepe composto da sagome di cartone dipinte ambo i lati, visibile soltanto alzando la testa e volgendo lo sguardo verso l’alto. Il “Presepe di Pane”, distribuito su una superficie di 25 metri quadrati, e realizzato interamente con 160 kg di farina di grano, 10 kg di lievito madre, 50 uova e tutti gli altri ingredienti necessari per la panificazione. Oltre 100.00 mattoncini, invece, per realizzare il “Presepe di Lego” .

Prodotto semplicemente con cotone idrofilo e fil di ferro, il “Presepe di Cotone“, grazie allo sfondo scuro, riproduce un paesaggio quasi lunare. Ancora: il “Presepe di Pietra Lavica e Terracotta”; il “Presepe di Sale”;  “Statura Umana”, il presepe con le cento statue di terracotta e stoffa a grandezza naturale; il “Presepe di Pasta”; il “Presepe Più Piccolo del Mondo”, dalle figure di 1 millimetro, visibile solo con la lente d’ingrandimento. E tantissimi altri, uno più bello ed originale dell’altro.

All’interno dell’esposizione troviamo una sezione dedicata al “Museo dei Diorami”. Presepi realizzati ed inseriti in scenografie create in scala ridotta. Le diverse ambientazioni riproducono paesaggi suggestivi, curati nei minimi dettagli.

Foto tratte dal sito www.ipresepidicaltagirone.it  e gentilmente concesse dall’associazione “Amici del Favo”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI