NINO FRASSICA E LOS PLAGGERS NEL CAPODANNO DI “LUCE SU DI ME”

Nino Frassica e Los Plaggers apriranno la serata del Capodanno a Piazza Duomo, che sarà ricca di grandi nomi, come il resto degli eventi del Natale a Messina. Insieme a loro a esibirsi sul palco nella notte di fine anno un cast stellare tutto siciliano che comprende Carmen Consoli con Marina Rei e un Dj set finale.

A lanciare i grandi nomi del cartellone di eventi del Natale 2021 a Messina è stato l’Assessore agli Spettacoli e Grandi Eventi Cittadini Francesco Gallo. I grandi concerti si svolgeranno a Piazza Duomo:

  • 18 dicembre Edoardo Bennato;
  • 20 dicembre Michele Zarrillo;
  • 21 dicembre Riccardo Fogli;
  • 26 dicembre Tinturia;
  • 28 dicembre Nuova Compagnia di Canto Popolare;
  • 30 dicembre si volgerà un evento particolare con la partecipazione di artisti di alto calibro, ma ancora da definire;
  • 2 gennaio Colapesce e Dimartino.

NON SOLO GRANDI NOMI PER UN NATALE SPECIALE A MESSINA.

Grandi nomi ma anche artisti locali, giovani di talento, selezionati nei mesi passati dall’Amministrazione Comunale. Obiettivo: rilanciare la Messina degli eventi e della musica. Il cartellone di spettacolo è stato presentato questa mattina in una conferenza stampa a Palazzo Zanca. Presenti il Sindaco Cateno De Luca, il Vicesindaco Carlotta Previti; degli Assessori competenti per delega, agli Spettacoli e Grandi Eventi Cittadini Francesco Gallo, e alla Cultura e al Turismo Enzo Caruso; l’intera Giunta comunale; i Presidenti delle sei Municipalità; e i rappresentanti delle Società Partecipate: Messina Social City, Messinaservizi Bene Comune e ATM.

LEGGI ANCHE  IL NUOVO DPCM IN ARRIVO SPEGNE LE SPERANZE DI CITTADINI E IMPRENDITORI

«Gli spettacoli vogliono essere un’opportunità per il territorio – ha spiegato De Luca. Un aiuto al comparto della cultura, ma anche alle altre attività produttive della città. Questa è solo una prima fase di rilancio. E come si rilancia la città? Con le cose belle. In primo piano abbiamo messo i beni monumentali, gli artisti e il territorio».

«Messina è una città che si sa divertire, in tutti gli ambiti economici. Allora abbiamo deciso di ricreare un palcoscenico naturale per i nostri ragazzi, quelli che amano esprimere le loro arti. Abbiamo iniziato con dei piccoli spettacoli itineranti che hanno svelato che abbiamo numerosissimi talenti che vogliono esprimersi. Ed è su di loro che investiamo…per il nostro Natale zero, il Natale della rinascita.

D’altra parte non mi aspettavo che il territorio rispondesse così bene, rivelando un livello artistico così alto e maturo. Quartieri e villaggi hanno fatto numerose proposte attraverso presidenti e consiglieri di quartiere. Progetti perfetti, eventi di qualità affiancati a promozione enogastronomica e turistica. Quello che possiamo vantare noi nelle nostre periferie, nessuna città d’Italia. Abbiamo voluto che in ogni villaggio ci fosse almeno un’iniziativa».

LEGGI ANCHE  IL BASTIONE DI SANT’ANDREA ED IL SUO TRAFORO

Ed è così che è nato un cartellone che vanta 200 eventi. Si parla di circa 7-8 eventi al giorno, non brevi, ma strutturati, di arte, musica, ballo, spalmati dall’8 dicembre al 6 gennaio in tutta la città.

EVENTI E…ATTRAZIONI.

Con l’aiuto delle Associazioni di Categoria e dei privati si è pensato anche alle attrazioni, come la ruota panoramica a Piazza Cairoli, gli alberi di Natale nelle principali piazze e il mapping sui monumenti della città. E ancora le luminarie, per “accendere le luci sulla città”.

Messina vanterà poi il Presepe sul Lago di Ganzirri, attrazione originale e imperdibile.

«Vogliamo che la città capisca che questa è una grande operazione di marketing per il rilancio di Messina – ha spiegato Caruso. A tappeto orienteremo la città alla musica, abbiamo coinvolto veramente tutti, un lavoro di squadra: albergatori, ristoratori, associazioni, quartieri».

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email