incentro-gif.gif

“ABC DIGITALE”: LA NUOVA RUBRICA DI DOMENICO ARENA PER ME STYLE

Benvenuti alla nuova rubrica “Abc digitale”.

Il motivo per cui ho deciso di iniziare questo percorso non è quello di dimostrare quanto sia facile o economicamente allettante il mondo digitale, ma per fare chiarezza in un mondo molto complesso e soprattutto infinitamente grande come quello digitale.

Ho pensato di realizzare questa rubrica  qualche settimana fa, quando durante un’intervista fatta su questo giornale mi chiesero ma “se tu dovessi spiegare cos’è il mondo Digitale a tua nonna come lo faresti? Quali parole utilizzeresti per farti comprendere?” In effetti, la domanda, per quanto semplice, non è banale.

Domenico Arena

Siamo immersi in quello che è il mondo digitale: Social, influencer, e-commerce… Anche quando vogliamo vedere una serie tv o un film ci affidiamo ad un app. Non c’è che dire questo mondo ormai guardiamo quasi più di quel reale.
Però a differenza di quello reale ,dove siamo nati e cresciuti, in questo, di questo non ne conosciamo gli strumenti ne tantomeno i rischi, nonostante li usiamo davvero tutti i giorni.

Ma andiamo con ordine, come dicevo il mio obiettivo è quello di fare chiarezza per tutti quelli che di tutto questo ne capiscono davvero poco.

LEGGI ANCHE  DIGITALIZZARE LA SICILIA: LA SFIDA DI DOMENICO ARENA

In principio fu il Web!

La domenica del 12 marzo 1989, mentre Gianni Agnelli festeggiava i suoi 68 anni, Bennato cavalcava le classifiche musicali con Viva la mamma, al Cern di Ginevra, un giovane informatico Tim Berners-Lee pubblicò un saggio tecnico che avrebbe rivoluzionato il mondo più della caduta del muro di Berlino cinque mesi dopo.

Proprio così, il giovane fa una una proposta, in cui espone un metodo per migliorare le comunicazioni all’interno del Cern di Ginevra dove lavora. Teorizza un sistema in cui si collegano in maniera praticamente istantanea le persone all’interno di un sistema, in altre parole?

Immaginate di trovarvi in un mondo dove le informazioni potete recuperarle solo dai libri. In questo mondo Ninetto ha solo 5 libri sul fai da te, peccato che proprio stasera aveva voglia di cucinarsi una bella pasta alla norma e ma non ricorda la ricetta, beh avrà poco da fare o proverà a cimentarsi lo stesso e sperare nel suo istinto culinario o rinuncerete all’impresa.

Ecco immaginiamo adesso che Tommaso, grande amante della cucina abbia anche lui solo 5 libri tutti sulla cucina (e tra queste ricette c’è proprio quello della pasta alla norma), peccato che probabilmente stasera, Tommaso, non potrà cucinare niente di buono perché i suoi fornelli non funzionano più (quanto gli potrebbe servire un buon libro sul fai da te!); risultato? Voi non avrete cucinato la vostra pasta alla norma e Tommaso non avrà potuto riparare da solo i suoi fornelli.

LEGGI ANCHE  MELAGGIUSTI: IL “PRONTO SOCCORSO” PER IL TUO TELEFONO

Cosa c’entra questo con il web? Tutto il web è condivisione, nasce per risolvere proprio questi problemi. Hai bisogno di qualcosa? Lo cerchi online!

Ma chi ha fatto in modo che quello che cerco io lo posso trovare online? Inizialmente proprio gente come Ninetto e Tommaso, loro mettevano a disposizione i loro libri in maniera illimitata e ottenevano la possibilità di averne tanti altri formando così un continuo intreccio di collegamenti tra tutti quelli che fanno parte del sistema, collegamenti che di lì a poco formarono la rete, in inglese Web!

In conclusione, il web nasce per questo, condividere informazioni per dare il supporto necessario a chi quelle informazioni non le avrebbe mai potute ottenere.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI