incentro-gif.gif

DIGITALIZZARE LA SICILIA: LA SFIDA DI DOMENICO ARENA

“Il successo nel mondo digitale, a differenza di quello che si pensa non è casuale, è tutto studio, calcolo, marketing, è un ragionamento che parte da numeri”.

E’ un rischio calcolato l’avventura digitale di Domenico Arena, poco più di trent’anni, messinese, mente e anima di Mind  un’azienda giovane, fatta da giovani che si occupa di comunicazione e servizi digitali. Recentemente l’azienda è sbarcata a Milano riuscendo ad avere contatti con Timberland e Tommy Hilfiger, con i quali ha anche lavorato.

“Non ho mai avuto paura di intraprendere questa avventura, anche perché sono accompagnato dai miei soci e collaboratori che sono validi professionisti e nell’azienda hanno più peso di me”. Dice Domenico che aspira a imporsi a livello nazionale mantenendo sempre un occhio di riguardo verso le aziende siciliane “vorremo digitalizzare la Sicilia portando il bagaglio di esperienze che stiamo cercando di  coltivare anche fuori regione”.

La sliding doors è stata un articolo di economia

A suggerirgli l’avventura del digitale è stato il padre: “lavoravo con lui da quando avevo 18 anni- racconta Domenico– facevo il formatore nell’azienda di famiglia, ma era un lavoro ripetitivo senza creatività, un giorno mi indicò un articolo del Sole 24 ore nel quale si diceva che il mondo digitale nei prossimi quattro anni avrebbe avuto una grande crescita tanto che quasi tutti gli operatori economici si sarebbero spostati nel mercato on line. Ho cominciato a ragionarci sopra, a studiare, a mettermi in contatto con professionisti del settore e mi si è aperto un mondo, ho messo su una squadra che si è evoluta nel tempo, uno dei ragazzi che ha cominciato con me è diventato mio socio, siamo arrivati ad un buon livello”.

Consulenti per la Camera di commercio

Domenico si è sempre interessato del mondo digitale ma prima lo faceva per se stesso, quando ha fondato la sua azienda tutto è cambiato: “All’inizio facevamo un po’ di tutto come fanno altre agenzie a Messina, poi ci siamo specializzati nel marketing strategico, nelle campagne di promozione on line e nella Seo, il posizionamento dei motori di ricerca. Tutto questo ci ha permesso di avere una partnership con diverse agenzie milanesi  e aprire un nostro ufficio a Milano, in zona San Babila, adesso siamo in fase di crescita”.

LEGGI ANCHE  "ABC DIGITALE": LA NUOVA RUBRICA DI DOMENICO ARENA PER ME STYLE

La società di Domenico ha anche una collaborazione con il punto impresa digitale della Camera di Commercio: “siamo i consulenti per le imprese che chiedono un supporto per la digitalizzazione, grazie a noi l’imprenditore può capire quali sono le strategie per crescere nel mercato digitale, è un servizio che facciamo gratuitamente”.

Dai social per un parcheggio di Milazzo alle grandi firme della moda di Milano

Il primo lavoro è stato la gestione dei social di un parcheggio di Milazzo per soli 4 mesi. Poi ne sono arrivati altri e si sono stretti i contatti con professionisti del digitale: “il mercato digitale– prosegue Domenico– a differenza di quello tradizionale segue altre regole, mentre il tradizionale mira a escludere i competitor, a monopolizzare, quello digitale funziona al contrario soprattutto dal punto di vista dei professionisti, quelli del mondo digitale tendono a cooperare. I più bravi si verticalizzano, non si trova più il web master ma c’è il web designer, il seo specialist per questo quando arriva un cliente non temono di chiedere aiuto ad altri”.

I primi tempi in questo mondo è stato tutto in salita: contratti brevi, tempi lunghissimi per i pagamenti, notti insonni, ma Domenico non si è mai arreso. Poi la decisione di andare a Milano, dove è riuscito ad allacciare buoni rapporti con una azienda storica di organizzazione di eventi: “ci hanno contattato perché  non riuscivano a risolvere una problematica con degli account di Facebook e Instagram che erano talmente ingarbugliati che nessuna agenzia di Milano era riuscita farlo, mi chiesero di provarci  anche se era difficile riuscirci. Ne ho parlato con il mio collaboratore, mi ha risposto che in due ore l’avrebbe risolto, dopo un’ora e tre quarti era tutto fatto, sono rimasti piacevolmente sorpresi e ci hanno passato altri clienti”.

LEGGI ANCHE  "ABC DIGITALE": LA NUOVA RUBRICA DI DOMENICO ARENA PER ME STYLE

Il mondo digitale è un parallelo di quello reale

Spiegare il lavoro di Domenico alle generazioni che conoscono poco il digitale non è facile, lui stesso ricorda sorridendo che una volta, tornando da Milano, sua nonna gli ha chiesto “ma tu che lavoro fai ?”. La risposta è semplice: “A chi me lo chiede- spiega Domenico – dico sempre che il mondo digitale non è altro che un mondo parallelo, non creiamo niente altro che una seconda vita di qualsiasi impresa, attività o persona. Sul mondo digitale, valgono  le stesse regole del reale solo che i nomi sono differenti”. “Molti pensano che fare un sito basti, invece non è vero perché è come se prendessi un negozio a Piazza Cairoli ma poi non ci metto dentro il commesso, i prodotti, tengo la saracinesca abbassata, non mi posso aspettare di vendere qualcosa, on line funziona allo stesso modo, hai bisogno di tutte queste cose che hanno nomi diversi”.

Il futuro è il digitale

Ai più giovani che vogliono intraprendere questa strada Domenico consiglia di formarsi nelle università e nelle accademie di Google. “Il digitale è il futuro– afferma – anche chi ha un bar deve sapere cosa sta comprando quando acquista la gestione dei social o la Seo, deve sapere cosa sono. Ai giovani consiglio di fare i percorsi di Google,  sono formativi, ti danno certificazioni utili, a Milano già con quelle skill  vieni assunto in imprese prestigiose. Sono strumenti gratuiti, è un peccato non conoscerli e non sfruttarli. Credo che la nostra generazione ha veramente una marcia in più, occorre solo crederci, passare da gestire la lavanderia sotto casa con i social ad organizzare campagne per Timberland e Tommy Hilfiger è un attimo, occorre solo mettersi in movimento e impegnarsi”.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI