NOZZE “STRANIERE” IN SICILIA: UN GIRO D’AFFARI DA 140 MILIONI DI EURO

Dire il “Sì, lo voglio” della vita in Sicilia ha un fascino particolare. Che sia in un antico casolare, immersi nel blu di un’isola o in mezzo al verde degli ulivi, la Sicilia è la regione italiana che gli stranieri (e non solo) prediligono per celebrare le loro nozze.

Soprattutto tra vip, grandi imprenditori, ma anche reali, le nozze in Trinacria vanno di moda, riconfermando l’isola tra le mete italiane più gettonate assieme a Puglia e Toscana.

Secondo le statistiche, la prediligono soprattutto statunitensi, francesi e tedeschi. La novità sono gli indiani e, in piccola parte, gli arabi. Ma c’è di più. Il 20% delle coppie che dovevano sposarsi nel 2020 altrove, hanno cambiato idea durante il Covid-19, riprogrammando le nozze in Sicilia. Preferendo insomma posticipare ancora la data dell’evento al 2022. Qualcuno anche al 2023.

NOZZE DA SOGNO…IN LUOGHI DA SOGNO.

Insomma, queste coppie fanno di tutto pur di sposarsi nella Tonnara di Scopello, la meta più ambita. O nella Dimora delle Balze, la tenuta ottocentesca in provincia di Noto. Qui il boom di prenotazioni c’è stato dopo il matrimonio tra il rapper Fedez e l’influencer Chiara Ferragni. Oppure ancora in una delle splendide isole Eolie, magari a Panarea, Salina e Stromboli, le più gettonate. E poi c’è lei…l’eterna Taormina, location unica, seppur tanto affollata in tutti i periodi dell’anno.

LEGGI ANCHE  DE LUCA: DALLE 23,59 DEL 3 FEBBRAIO NON SARO’ PIU’ SINDACO DI MESSINA
La splendida Taormina

I MATRIMONI CHE HANNO LANCIATO LA SICILIA NEL BUSINESS DEI FIORI D’ARANCIO.

Abbiamo citato, poco fa, le nozze della coppia più conosciuta d’Italia, i Ferragnez. Ma non sono stati loro a lanciare il business dei matrimoni in Sicilia, che frutta circa 140 milioni di euro l’anno (dati pre-pandemia).

Il 5 giugno 1998 l’iconico matrimonio di due danesi a Corleone – Kennet Jorgensen e Cristina Hansen – ebbe grande eco, tanto da spingere altre coppie a scegliere il paese siciliano. I due piantarono un piccolo albero di ulivo. Erano gli anni dell’epopea di Riina e Provenzano, quest’ultimo ancora in libertà e…il gesto destò scalpore.

L’ultimo matrimonio da sogno sabato scorso. Quello tra don Jaime di Borbone – primogenito di Pietro di Borbone e discendente di Francesco II, ultimo re delle Due Sicilie – e la nobile scozzese lady Charlotte Lindsay. È stato celebrato tra Palermo e Monreale. Lady Charlotte, partita in pullman da Palermo assieme a damigelle e testimoni, è salita su una carrozza trainata da quattro cavalli bianchi per una mini passeggiata fino al Duomo di Monreale. Nozze principesche, insomma.

LEGGI ANCHE  SICILIA: NUOVI FINANZIAMENTI E CONTRIBUTI A FONDO PERDUTO ALLE IMPRESE

Anche Dino Spencer, boxeur di Miami ha deciso di convolare a nozze in Sicilia, con la compagna venezuelana Mercedes. Il lieto evento si è tenuto a Piana degli Albanesi, in provincia di Palermo.

LARGO ANCHE AI BORGHI.

Anche la Sicilia dei borghi è molto gettonata dalle coppie straniere che si vogliono sposare nell’isola. I piccoli paesini sono preferiti dagli statunitensi e poi le tonnare e le masserie scelte dai francesi.

Infine ci sono i luoghi legati a Montalbano dove vanno principalmente gli inglesi. Due pittori londinesi hanno scelto per la loro festa la terrazza del Commissario Montalbano con tanto di cassata siciliana al posto della torta nuziale.

Riscuote successo anche Radicepura, il parco della famiglia Faro, a Giarre. Anche questo legato a narrazioni televisive e cinematografiche. Francis Ford Coppola vi girò alcune scene del “Padrino – Parte II”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI