LE VIE DEI TESORI RACCONTANO MESSINA

Diciotto luoghi da scoprire, tra forti, castelli, basiliche, mostre, collezioni universitarie, con alcune sorprese inattese. Sei passeggiate alla scoperta della città dello Stretto, ed esperienze lungo il lago di Ganzirri sulle barche dei “cocciulari”. Sarà tutto questo e tanto altro “Le vie dei tesori” 2021. La manifestazione, diventata ormai appuntamento annuale a Messina, si terrà dall’11 al 26 settembre.

Il programma del festival sarà presentato domani (lunedì 6) alle  11.30, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Zanca. Presenzieranno gli Assessori al Turismo e alla Cultura Enzo Caruso e alle Attività Produttive Dafne Musolino. Prenderà parte anche Laura Anello, Presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori.

LEGGI ANCHE  TUMORE CEREBRALE: IL POLICLINICO DI MESSINA ECCELLENZA PER GLI INTERVENTI CHIRURGICI

Il Comune di Messina metterà a disposizione alcuni siti culturali di propria pertinenza. Messina sarà tra le prime 12 città italiane ad aprire le porte dei propri tesori storici e culturali, per un totale di 150 luoghi da visitare e 50 esperienze da scoprire.

A MESSINA LA QUINTA EDIZIONE DE LE VIE DEI TESORI.

Messina è ormai una ‘veterana’ del Festival, visto che partecipa dal 2017 come Caltanissetta, e quest’anno saranno al fianco delle ‘debuttanti’ Enna, Caltagirone, Carini e Termini Imerese, poi Monreale, Bagheria, Trapani, Mazara e Marsala. Dal 2 ottobre toccherà a Sciacca, Cefalù, Erice, Ragusa e Scicli e alle due capitane Palermo e Catania.

Nell’edizione dello scorso anno Messina ha aderito aprendo ai visitatori chiese dimenticate e villaggi fuori dai circuiti turistici con l’obiettivo di fare scoprire al pubblico la bellezza di luoghi inediti cittadini.

LEGGI ANCHE  A TAORMINA LA II EDIZIONE DEL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL NOUVEAU CLOWN

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI