ALLA SCOPERTA DI UNA “NUOVA” MESSINA…IN ARTE

Una Messina “nuova”, vista con gli occhi di 4 artisti che sono nati in riva allo Stretto. Alcuni di loro oggi vivono fuori, ma mantengono sempre un forte legame con la loro terra. Alla Foro G Gallery di Roberta Guarnera a Ganzirri arriva “Kaleidoscopica-Schegge di una Messina distante”. L’appuntamento con l’inaugurazione della mostra sarà domani, 23 luglio, alle 19.

Si tratta di un progetto fortemente voluto dalla curatrice Mariateresa Zagone, che ha realizzato anche il testo critico. È stato  abbracciato dalla gallerista e co-curatrice Roberta Guarnera. In esposizione le opere di V. Cariglia (SinMetro), E. Isgrò, E. Martino, L. Martino.

Ospiteremo opere in acquerello, di grafica digitale, rivisitazioni in chiave contemporanea del mito, di vecchie incisioni e mappe“.

LEGGI ANCHE  "QUARTO SAVONA 15" IN MEMORIA DEL GIUDICE FALCONE

IL RACCONTO DI UNA MESSINA “KALEIDOSCOPICA”.

La Messina che trasparirà nella mostra sarà, quindi, quella di una città “futuribile, antica e parimenti contemporanea, una città che a volte si desidera dimenticare o in cui si desidera tornare – si legge nel testo critico. Da qui il titolo del progetto che richiama appunto il caleidoscopio, oggetto strabiliante e pirotecnico in cui è possibile trovare alla rinfusa immagini mutanti e imprevedibili, realtà o parti di essa, visioni immaginifiche e forme concrete, le stesse che danno corpo alla città stratificata nell’immaginario di ognuno dei quattro artisti presenti in questa collettiva”.

Gli artisti sono “tutti messinesi e giovani, alcuni dei quali temporaneamente o stabilmente residenti altrove. Attraverso linguaggi e sensibilità differenti si interrogano sulla vitalità dello spazio urbano anche quando violentato o stravolto, sulla fecondità del rapporto con esso e sull’unità inscindibile col paesaggio e con la storia”.

LEGGI ANCHE  C’È POSTA PER TE A MESSINA: ECCO DOVE POTREBBE ESSERE ANDATO IL POSTINO
Valeria Cariglia – Finestre

La mostra sarà fruibile fino al 22 agosto dal martedì al sabato e dalle 18,30 alle 21,00. Il martedì e il giovedì anche di mattina dalle 10,30 alle 12,30. Gli ingressi saranno contingentati e sarà obbligatorio l’uso della mascherina secondo l’attuale normativa anti-covid.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI