TUTTI GLI UOMINI DI MANCINI

L’esordio dell’Italia ad Euro2020 si avvicina e Roberto Mancini ha definito il roster azzurro che il prossimo 11 giugno si presenterà ai nastri di partenza del torneo continentale, allo stadio Olimpico di Roma contro la Turchia. Non sono stati confermati Gianluca Mancini, Matteo Pessina e Matteo Politano.

26 giocatori e 2 “riserve”

Il gruppo è composto dai 26 elementi convocati ufficialmente e da 2 riserve che rimarranno comunque a disposizione del C.t. fino al giorno prima dell’esordio ufficiale, per sostituire eventuali infortunati.

Le scelte del Mancio

Donnarumma, il portiere titolarissimo, sarà affiancato da Sirigu e Meret. In difesa Bonucci, Chiellini, Emerson Palmieri e Florenzi dovrebbero partire titolari. Con loro Acerbi, BastoniDi Lorenzo, Spinazzola e Rafael Toloi completano il pacchetto arretrato. La scelta dell’italo-brasiliano conferma la volontà del C.t. di schierare una Nazionale che attacchi sempre con tanti uomini, partendo proprio dalla difesa.

Toloi è infatti un difensore capace di recuperare velocemente palla lontano dalla propria area di rigore ma che sa anche come “aggredire” con efficacia gli spazi che si aprono in fase di possesso. Un jolly che calza a pennello con l’idea di calcio offensivo che la Nazionale vuole proporre ad Euro2020.

Il centrocampo

Jorginho, Barella e Verratti sono sulla carta i titolari di un centrocampo a 3 in apparenza “leggero” ma tutto fosforo, grinta e fantasia. Locatelli, Pellegrini, Cristante e Sensi rappresentano, almeno in partenza, le alternative. Stefano Sensi merita un discorso a parte. resterà infatti a rischio esclusione fino all’ultimo giorno utile. Le sue precarie condizioni fisiche preoccupano il C.t. che però considera il centrocampista dell’Inter l’unica vera alternativa a Jorginho. Circostanza che spiega la sua conferma, anche se con “riserva”.

LEGGI ANCHE  ITALIA-SPAGNA, ASSALTO ALLA FINALE

Anche Verratti sta smaltendo i postumi di un infortunio che ha messo a rischio la sua stessa convocazione. Salterà quasi certamente le prime partite di Euro2020, facendo tornare utili fin da subito tutte le alternative a disposizione. Anche a centrocampo le scelte di Mancini confermano la volontà di schierare una Nazionale propositiva, che sappia palleggiare con qualità e che sia in grado di alzare i ritmi di gioco, verticalizzando velocemente verso gli attaccanti o sfruttando le doti di inserimento delle mezze ali.

L’attacco dei jolly

Insigne, Chiesa, Immobile e Berardi sono i candidati a giocarsi le tre maglie da titolare disponibili. Belotti, Bernardeschi e Raspadori completano un reparto di grande qualità e che sulla carta garantisce fantasia e gol.

La scelta in extremis del centravanti del Sassuolo ha colto molti alla sprovvista. In realtà Mancini aspettava solo di valutarne le condizioni fisiche prima di aggregarlo definitivamente al gruppo Italia. L’ottima prestazione fornita da Raspadori in Under21 contro il Portogallo ha sciolto le ultime riserve del C.t.

LEGGI ANCHE  DISCOTECHE START: VIA LIBERA DEL CTS, MA SOLO ALL'APERTO E CON GREEN PASS

La Nazionale ha così a disposizione tre centravanti con caratteristiche diverse tra loro. Immobile è più adatto a giocare in campo aperto. Belotti è più statico e fisico, un perno offensivo che non disdegna la lotta contro i difensori. Raspadori, un brevilineo dotato di buona tecnica che può giocare sia al centro dell’attacco ma anche in una posizione più esterna, rischia di essere un pericoloso terzo incomodo per i colleghi di reparto e la sorpresa di Euro2020. A chiunque scenderà in campo il C.t. chiederà comunque tanto sacrificio ed i gol che serviranno alla Nazionale per provare ad arrivare fino in fondo la torneo.

Outsider di lusso

L’Italia si presenta ad Euro2020 come una delle Nazionali “meno italiane” di sempre per mentalità e si candida al ruolo di outsider di lusso. Se riuscirà a proporre con continuità il bel gioco espresso durante le qualificazioni e ad esaltare la qualità individuale dei suoi calciatori più importanti, ci sarà da divertirsi. La rincorsa alla Coppa è partita. Gli Azzurri avranno dalla loro un’Italia che non vede l’ora di tifare e che sogna di salutare il coprifuoco tuffandosi direttamente dentro nuove notti magiche.

Giuseppe Capasso

Raspadori, attaccante dell’Italia under 21, convocato a “sorpresa” da Mancini dopo l’eliminazione degli azzurrini con il Portogallo.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI