PIANO SCUOLA ESTATE: IN ARRIVO 14 MILIONI DI EURO PER GLI ISTITUTI SICILIANI

Creare un “ponte” verso la ripartenza per l’anno scolastico che ricomincerà a settembre, cercando di recuperare la socialità degli studenti. E’ questo l’obiettivo dei fondi del nuovo Dl Sostegni per il Piano Scuola Estate. In Sicilia arriveranno oltre 14 milioni di euro per supportare le istituzioni scolastiche in questo programma. Lo ha annunciato il Sottosegretario all’Istruzione Barbara Floridia.

Si tratta di fondi che sono distribuiti a tutte le Istituzioni scolastiche sulla base del numero di alunni per un importo medio di 18mila euro.

A cosa serviranno nel dettaglio i fondi del Piano Scuola Estate.

Soldi che saranno utilizzati per supportare le comunità scolastiche nella gestione della situazione emergenziale e nello sviluppo di attività pensate per potenziare l’offerta formativa extracurricolare. Il potenziamento delle competenze di base, il consolidamento delle discipline (a giugno), il recupero della socialità, della vita di gruppo delle studentesse e degli studenti (a luglio e agosto) anche nel periodo che intercorre tra la fine di questo anno scolastico e il prossimo.

LEGGI ANCHE  IL RIENTRO A SCUOLA IN SICILIA SARÀ COSÌ...

Quanto andrà ad ogni Provincia.

“E’ stato pubblicato dal Ministero dell’Istruzione il decreto di riparto – ha annunciato Floridia – che destina le somme nell’ambito del Piano Scuola Estate 2021. Ecco il riparto per singola provincia:

  • Palermo,  3 milioni e 500 mila euro;
  • Catania, oltre 3 milioni 250 mila euro;
  • Messina, oltre di 1 milione e 500 mila euro;
  • Agrigento, oltre 1 milione e 200 mila euro;
  • Trapani, oltre 1 milione e 200 mila euro;
  • Siracusa, 1 milione e 100 mila euro;
  • Ragusa, quasi 1 milione di euro;
  • Enna, oltre 400 mila euro”.

“Queste somme, sono stanziate dal DL Sostegni per un totale di 150 milioni di euro per tutto il territorio nazionale –  ha precisato Floridia. Vengono destinate per supportare le istituzioni scolastiche statali nello sviluppo di attività volte a potenziare l’offerta formativa extra curricolare dei nostri studenti. L’obiettivo, infatti, è quello di migliorare le loro competenze di base, il consolidamento delle discipline, la promozione di attività di recupero della socialità, della proattività, della vita di gruppo dei ragazzi. Il periodo è quello che intercorre tra la fine delle attività didattiche dell’A.S. 2020/2021 e l’inizio di quelle del nuovo anno”.

LEGGI ANCHE  AL VIA DOMANI LA MATURITÀ 2020. TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI