RIPARTE (FINALMENTE) LO SPORT: LE NUOVE REGOLE PER PALESTRE E PISCINE

Ci siamo: il Comitato Tecnico Scientifico ha dato l’ok al protocollo di sicurezza, per dare via libera allo sport. Palestre e piscine all’aperto potranno quindi riaprire, ma con regole rigide, che dovranno seguire sia i gestori che gli utenti.

Le piscine all’aperto potranno riaprire già il 15 maggio, mentre per tornare nelle palestre dovremo aspettare l’1 giugno. Tutti i centri sportivi dovranno conservare i dati dei clienti che usufruiranno degli impianti per 14 giorni e dovranno misurare la temperatura corporea all’ingresso.

LE REGOLE PER LE PALESTRE.

Per quanto riguarda le palestre sarà sempre obbligatorio l’uso la mascherina, che potrà essere rimossa durante l’attività ma con almeno 2 metri di distanziamento sociale.

LEGGI ANCHE  FIRMATO IL DPCM, LE NUOVE REGOLE

La gestione dovrà creare due percorsi diversi per quanto riguarda l’entrata e l’uscita e i bambini potranno essere accompagnati da una sola persona. Ove sia possibile il protocollo raccomanda di utilizzate dei tappetini personali o sarà necessario igienizzarli per ogni sessione di allenamento del cliente.

Si dovrà già arrivare vestiti con l’adeguato abbigliamento per lo svolgimento dell’attività fisica “in modo tale da utilizzare spazi comuni per cambiarsi e muniti di buste sigillanti per la raccolta dei rifiuti potenzialmente infetti”. 

Se svolta all’aperto l’attività sportiva potrà avvenire anche con la distanza di 1 metro.

LE REGOLE PER LE PISCINE.

La distanza in vasca dovrà essere sempre di almeno 7 metri quadri e gli ombrelloni dovranno essere posti 10 metri quadri l’uno dall’altro. Le persone che non appartengono allo stesso nucleo familiare dovranno mantenere un distanziamento interpersonale di un metro e mezzo. Le strutture, infine, dovranno prevedere percorsi dedicati per raggiungere lettini e sdraio, garantendo il distanziamento di almeno 1,5 metri.

LEGGI ANCHE  MUSUMECI: FACCIO APPELLO ALLA RESPONSABILITA’ DI TUTTI

I bambini dovranno entrare in acqua con i pannolini onde evitare l’eventuale emissione di urine e sarà vietato soffiarsi il naso. Dovranno essere posizionati anche una serie di dispenser per l’igienizzante per le mani.

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI