CRISI IMPRESE: CONFESERCENTI MESSINA INCONTRA LA VICEMINISTRA TODDE

Crisi delle imprese messinesi e ripartenza: il presidente Alberto Palella ha incontrato a Roma la viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde con l’on. Francesco D’Uva

Arrivano i primi significativi riscontri a seguito della mobilitazione a salvaguardia delle imprese che Confesercenti a livello nazionale ha indetto il 7 aprile scorso. A rispondere alle richieste d’aiuto inviate all’indirizzo della deputazione nazionale e regionale eletta nei collegi dell’area metropolitana di Messina i rappresentanti del Movimento 5 stelle.

Dopo l’incontro dei giorni scorsi con la senatrice D’Angelo e la deputata Zafarana, il Questore della Camera dei deputati, on. Francesco D’Uva, ha proposto a Confesercenti Messina l’opportunità di poter interloquire direttamente con il Governo, rappresentato nell’occasione dalla viceministra allo Sviluppo Economico Alessandra Todde.

LEGGI ANCHE  SALVINI: CHI SCEGLIE LA LEGA SCEGLIE IL PONTE

Durante il confronto che si è svolto oggi a Roma, a cui ha partecipato il presidente di Confesercenti Messina, Alberto Palella e lo stesso on. D’Uva, sono state gettate le basi per una collaborazione utile a dare risposte concrete alle imprese del nostro territorio, sia immediate per superare l’emergenza pandemica, sia strategiche alla luce degli obbiettivi fissati dal Recovery Plan nazionale sottoposto in queste ore all’approvazione dell’Unione Europea.

“Abbiamo rappresentato alla Viceministra- spiega il presidente Alberto Palella- come la crisi pandemica abbia ulteriormente indebolito il tessuto produttivo messinese. Sono necessarie risposte immediate in aiuto soprattutto alle piccole imprese, ma anche azioni che nel breve periodo consentano di far arrivare nel territorio parte dei fondi previsti dal Recovery Plan. La nostra percezione, derivante dal positivo confronto con la Viceministra e con l’on. D’Uva, è quella che oggi sia stata percorsa la prima tappa di un iter che inserisca le forze produttive messinesi tra le priorità dell’azione governativa”.

LEGGI ANCHE  MESSINA FAMILY CARD: NUOVA TRANCE DI RICHIESTE DAL 29 MARZO

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email