PER L’1 MAGGIO FACCIO UN’ORDINANZA PER VIETARVI ANCHE DI USCIRE DI CASA!

Il fine settimana di sole a Messina dopo giorni di pioggia e maltempo ha riportato le folle in spiaggia, come già si era verificato nelle settimane scorse, quando, soprattutto a Torre Faro, per riportare l’ordine erano dovuti intervenire i vigili urbani.

25 APRILE LA LIBERAZIONE…MA NON COSI’

Dopo aver visto le folle di ieri, in alcune zone in particolare dei litorali cittadini, questa mattina nella sua consueta diretta il sindaco di Messina Cateno De Luca è tornato a vestire i panni dello sceriffo ed ha annunciato: Per il primo maggio faccio un’ordinanza per vietarvi anche di uscire da casa!“.

Le immagini di ieri, ma soprattutto gli assembramenti (visti anche nelle vie dello shopping cittadino) hanno evidentemente lasciato il segno ed il primo cittadino ha annunciato un’ordinanza, che condividerà anche con il prefetto di Messina Cosima Di Stani.

“Ieri c’è stata la prima uscita a gamba tesa – ha esordito il Sindaco – io ora osserverò a modo mio ancora di più la situazione. Poi nessuno si inca…. quando farò i miei interventi pubblici e le mie segnalazioni. Vorrei evitare che si aprisse nuovamente il casino. Ieri abbiamo registrato la situazione con tanto di relazione, foto e video, a Torre faro. Ragazzi, ma non solo, senza mascherina, tutti insieme a parlare vicini.

LEGGI ANCHE  MESSINA: IMPRESE AL COLLASSO. L'ESPOSTO CONTRO ASP E LA RICHIESTA DI AIUTI IMMEDIATI

L’ho detto più volte che siamo stanchi però non ci siamo… perché come ho già detto suppongo che ci arrivi la cosiddetta immunità di gregge non prima di settembre-ottobre, io infatti vi ho sempre detto che spero di passare un Natale normale. Ora quando arriva il liberi tutti è inutile che corriamo a darci alla bella vita. Ci dobbiamo rendere conto che con tutte le varianti che si stanno registrando basta un po’ di oscena libertà senza ragionare e si brucia tutto quello che si è fatto”.

“Siamo stanchi…ma non siamo quelli più danneggiati dalla pandemia”.

Il pensiero del Primo Cittadino corre subito alle categorie di lavoratori e alle persone più danneggiate dalla pandemia. “Tutti gli imprenditori che hanno chiuso e non si sa se potranno riaprire, o che stanno fallendo. Non vi rendete conto che ballando sulla spiaggia mortificate chi ha perso l’attività, chi ha perso la vita?”.

LEGGI ANCHE  COVID: A MESSINA DE LUCA ORDINA “UN PO’” DI COPRIFUOCO

Il verdetto finale: l’1 maggio tutti a casa.

“Mi obbligate a fare l’ordinanza? E ordinanza sarà. Ieri ho voluto evitare di interdire l’accesso ai luoghi. Ma per l’1 maggio state tranquilli che vi faccio l’ordinanza dove vi nego anche di uscire da casa e così la finiamo, visto che non si riesce a trovare un punto di equilibrio e non si apprezza che il Sindaco questa volta non ha fatto l’ordinanza per cercare di farci respirare. Vi vieterò di stare nei luoghi pubblici, andare sui colli San Rizzo, andare a Torre Faro…una blindatura totale. Fino a quando le cose non si sistemano”.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email