L’IIS “Antonello” di Messina ha ampliato la propria dotazione tecnologica con il progetto “Atelier dell’Inclusione” 

L’IIS “Antonello” di Messina ha ampliato la propria dotazione tecnologica con il progetto “Atelier dell’Inclusione” 

L’IIS “Antonello” di Messina ha ampliato la propria dotazione tecnologica grazie al progetto “Atelier dell’Inclusione”. Autorizzato dalla Commissione europea per un importo complessivo di 10mila euro, grazie all’Avviso PON FESR 11978 del 15/06/2020 “Realizzazione di Smart Class per la scuola del secondo ciclo” – Obiettivo specifico – 10.8 – “Diffusione della società della conoscenza nel mondo della scuola e della formazione e adozione di approcci didattici innovativi” – Azione 10.8.6 – “Azione per l’allestimento di centri scolastici digitali e per favorire l’attrattività e l’accessibilità anche nelle aree rurali ed interne”.

Il progetto presentato dall’Istituto Antonello, finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale (FESR), si prefiggeva, in particolare, l’obiettivo di incrementare le dotazioni informatiche e le tecnologie disponibili attualmente in Istituto, per consentire di realizzare centri didattici digitali volti a garantire e supportare l’accrescimento delle competenze degli studenti attraverso nuove metodologie di apprendimento.

LEGGI ANCHE  MIA MADRE MI HA CONVINTA AD ACCETTARE.

Più specificatamente la scuola è dotata di un atelier che vuole essere un ponte tra il laboratorio di informatica, quello grafico e quello di fotografia, già presenti nella nostra scuola, spazi di apprendimento trasversali, di progettazione e creazione e per favorire lo sviluppo delle competenze chiave e l’inclusione.

L’atelier, grazie alla nuova dotazione tecnologica, consente di sviluppare progetti, che coniugano competenze di coding, tinkering, making, storytelling e l’applicazione di una didattica attiva, collaborativa e inclusiva.

Il Progetto PON FESR “Atelier dell’inclusione” si raccorda in una logica di stretta continuità con le specifiche priorità formative dell’Istituto Antonello, che coerentemente al Piano Nazionale Scuola Digitale, da sempre incentiva l’uso delle nuove tecnologie nella didattica, favorendo la diffusione della metodologia laboratoriale interattiva e promuovendo un approccio educativo di tipo costruttivista e inclusivo, dell’imparare facendo e coinvolgendo.

LEGGI ANCHE  L’ANTONELLO OMAGGIA LA CALABRIA

Tale approccio didattico, supportato delle tecnologie è risultato, oggi, ancora più proficuo e stimolante per la crescita personale e professionale degli studenti, a seguito dell’emergenza epidemiologica connessa al diffondersi del Covid-19 e alle conseguenti attività di contenimento e prevenzione in ambito scolastico.