A CAUSA DI QUESTE “VERGOGNE” DOVREMO INTERVENIRE

Non potevano passare inosservati gli assembramenti di ieri al Pilone di Torre Faro non potevano passare inosservati soprattutto al sindaco di Messina Cateno De Luca, che questa mattina è tornato a farsi sentire annunciando provvedimenti restrittivi nella zona del Pilone.

“Solo dei deficienti possono andare a prendersi volontariamente il Covid” -ha detto sulla sua pagina facebook- Se non si va in spiaggia a marzo si muore?”

De Luca se la prende anche con alcuni esercenti della zona ai quali testualmente ha detto “Rischiate di non aprire più.”

Ieri la polizia municipale ha cercato di intervenire come possibile, l’assessore alla mobilità Dafne Musolino ha compiuto diversi interventi, ma solo intorno alle 18 è stato possibile riportare la situazione alla normalità. Intanto diverse auto erano state multate ed altre portate via dal carro attrezzi, sulla spiaggia i vigili avevano diviso alcuni gruppi di persone.

LEGGI ANCHE  IL MINISTRO SPERANZA SUL NUOVO DPCM: SÌ A MASCHERINE ALL’APERTO, NO A COPRIFUOCO

MA NON AVETE AMICI, PARENTI CHE STANNO MALE A CAUSA DEL COVID?

Il sindaco di Messina Cateno De Luca ha già annunciato prossimi interventi in tutta la zona. Il prossimo weekend sarà da zona rossa, ed è già prevedibile che lo spettacolo di ieri  non ci sarà, i problemi resteranno nelle settimane a venire.

Capo Peloro ha bisogno di una presenza costante per regolamentare una zona dalla viabilità già  difficile che resta paralizzata in alcuni periodi dell’anno. Il covid aggrava una situazione già da sé alquanto difficile.

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email