ASTRAZENECA. L’ASP SUL LOTTO SOSPETTO: “NESSUNA REAZIONE GRAVE”

Dopo la sospensione in via precauzionale del lotto sospetto ABV2856 del vaccino AstraZeneca, la dottoressa Alfina Rossitto, direttore Uoc assistenza farmaceutica territoriale, rassicura la cittadinanza.

La dottoressa precisa che «l’Asp di Messina ha avuto 3mila dosi, che erano già state somministrate, mentre la piccola quantità che era rimasta è stata sequestrata dai NAS. Non abbiamo riscontrato nessuna reazione, solo le tipiche del vaccino».

Di seguito alleghiamo l’intera intervista video alla dottoressa Alfina Rossitto.

LA NOTA NAZIONALE ASTRAZENECA.

A seguito della recente segnalazione di alcuni eventi avversi gravi dopo la somministrazione del vaccino AstraZeneca, l’Azienda sta collaborando con le Autorità sanitarie e regolatorie.

LEGGI ANCHE  CROCE: "GRANDE GIOIA PER LE VACCINAZIONI DEI NOSTRI ANZIANI" - video

Da un’analisi dei nostri dati di sicurezza su oltre 10 milioni di somministrazioni non è emersa alcuna prova di un aumento del rischio di embolia polmonare o trombosi venosa profonda. Il numero di questi eventi è significativamente inferiore nei soggetti vaccinati rispetto al numero osservato nella popolazione generale.

AstraZeneca intende, inoltre, precisare che dagli accertamenti di qualità internamente effettuati, non risultano aspetti che possano avere avuto un impatto sulla qualità, sicurezza, efficacia del lotto in questione.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI