SANREMO 2021: TRIONFA IL ROCK. AMADEUS UN BIS INDIGESTO. I VOTI AL CAST

FESTIVAL DI SANREMO 2021 – QUINTA SERATA – LA FINALE – MANESKIN VITTORIA – PREMIO

 

Dal 1993 anno di Mistero di Enrico Ruggeri il rock non trionfava a Sanremo. E ieri la vittoria dei Maneskin è stata una sorpresa. O meglio, qualcosa era da attenderselo in un festival che davvero è stato  un unicum  nel suo genere.

Con “tutti a casa per le restrizioni della pandemia” ed il voto popolare soprattutto dei giovani tornati numerosi a vedere Sanremo si spiega la composizione della classifica. Si spiega così ad esempio una risalita della coppia  Francesca Michielin, Fedez (Ferragni) dal diciassettesimo al secondo posto, l’ottavo posto di Madame che fino a venerdì era nella seconda parte della classifica e si spiega soprattutto la vittoria meritata dei Maneskin.

Rock, ma soprattutto aria nuova in un festival dove il de ja vu ha primeggiato. Gli ascolti non hanno premiato  l’Amadeus bis che ieri ha ufficializzato che non ci sarà un Amadeus ter. Non sono stati casuali ieri alcuni sfoghi  insieme a Fiorello quando con ironia hanno detto “a chi ci sarà dopo di noi auguriamo che ci sia tanto pubblico ma vi auguriamo che vada malissimo.” Uno sfogo? Una battuta? Un po’ di verità. Un po’ di tutto certamente.

LA VITTORIA DEI MANESKIN

Scagli la prima pietra chi martedì avrebbe scommesso sulla vittoria dei Maneskin. Probabilmente nessuno. I giudizi della demoscopica premiavano il Festival della tradizione, quello degli Ermal Meta, di Annalisa, Noemi. Qualcosa comincia a cambiare con le votazioni dell’orchestra e soprattutto della sala stampa e si vede con la risalita nelle posizioni di Orietta Berti, nelle ottime posizioni di Willie Peyote, di Colapesce Di Martino. Ed i Maneskin sono lì in quel gruppone di testa, “zitti, zitti” proprio come la loro canzone. Il resto lo ha fatto il televoto di ieri.

UNA VITTORIA A SORPRESA? FORSE NO

Se pensiamo a cosa è successo negli ultimi anni l’affermazione dei Maneskin non è una vittoria a sorpresa.  2017 Gabbani sul filo di lana beffa Fiorella Mannoia vincitrice annunciata. 2019 Mahmood vince su il volo e ancora indietro nel tempo le vittorie di Elisa, degli Avion Travel, di Mengoni hanno detto che a Sanremo  il podio è stato fatto anche da artisti emergenti e non sempre da hit parade.  Guardando a tutto questo non è dunque una sorpresa il mancato trionfo di Ermal Meta,  primo in classifica per una settimana. “Credetemi -aveva detto Amadeus in queste serate – nel gruppone sono tutti lì staccati di poco.” E oggi possiamo dire che aveva ragione

LEGGI ANCHE  SANREMO: PUBBLICO SÌ O PUBBLICO NO?

ONORE AI MANESKIN

La band composta da Damiano David, Victoria De Angelis, Thomas Raggi ed Ethan Torchio si sono rivelati X Factor 2017, Roma è sempre stata la loro città del cuore.  Prima della notorietà, oltre che nei locali, si esibivano spesso tra via del Corso e zona Monteverde, dove sono cresciuti. La fama ha modificato le loro abitudini ma non il rapporto con la capitale, anche se due anni fa il gruppo ha deciso di trasferirsi a Londra.

 NON CI SARA’ UN AMADEUS TER

Lo ha detto chiaramente ieri Ama amareggiato: “Il prossimo anno non ci sarà, non vedo l’ora di tornare ai miei quiz” E non ci sarà neanche Fiorello.  Una dichiarazione forte e repentina che nasce si dice dal nome del suo successore che già ieri trapelava: Alessandro Cattelan, una scelta nel segno di un rinnovamento anche nella conduzione oltre che nella composizione del cast artistico.

Dopo il successo del 70esimo dello scorso anno era impossibile dire di no al direttore di Rai Uno Stefano Coletta, ma qualcosa quest’anno non è andato per il verso giusto, questo non era un anno come gli altri, Ama lo aveva intuito ed aveva portato aria nuovo nel cast  in gara ma non bastato. E’ stato lo spettacolo in sé a non funzionare, troppo lungo ed un mix di cose che messe insieme non hanno funzionato.

AMADEUS DIRETTORE ARTISTICO 5

LEGGI ANCHE  SOGNANDO LA VETTA D'EUROPA, L'ITALIA CELEBRA LA SUA NAZIONALE CON UNA "NOTTE AZZURRA"

AMADEUS CONDUTTORE                8

Amadeus e Fiorello insieme ad Ornella Vanoni, splendida presenza ieri al Festival di Sanremo.

 

La crisi profonda che attraversa il paese, le partite di calcio, Netflix e gli ascolti frammentati sulle piattaforme non lo hanno aiutato, 6,5 finale  per stima e coraggio.

FIORELLO 7

Fiorello al  Festival ha fatto Fiorello, ma se lo scorso anno avevamo dato 8 ed anche 9 oggi il voto scende a 7. Perché? Il motivo è semplice è sta tutto in quello che è sempre stato  Fiorello. Ciuri è il massimo quando crea la suspence attorno a sé, quando con i suoi si vengo forse non vengo crea quell’attesa che rende ogni sua performance un evento.  Anche lui è al bis. Fiorello è un one man show straordinario e intelligentissimo. 7  alla sua bravura e 8 alla sua idea di  trasformare il problema dell’assenza del pubblico in un motivo per far ridere.

ACHILLE LAURO 6

Tante performance, tanto studio, qualche bella scelta, ma un senso di de ja vu, che non aggiunge nulla alla sua immagine, anzi, c’è da chiedersi, cosa farà adesso per farsi notare ancora? Ci auguriamo soprattutto belle canzoni.

FESTIVAL DI SANREMO 2021 – SECONDA SERATA ACHILLE LAURO con CLAUDIO SANTAMARIA e FRANCESCA BARRA

ZLATAN IBRAHIMOVIC 5

Tanto rumore per nulla. Qualche frase qui e là, un pizzico di ironia, ma il vero Zlatan quello delle interviste pepate dei post partita  è rimasto a Milano.

 

NESSUNO SUPER OSPITE, MA ELODIE MERITA 10

E del resto era impossibile forse pensare ad un super ospite quando il Paese soffre per una crisi così forte a causa della pandemia, sarebbe stato uno schiaffo alla condizione di estremo disagio che vivono tante persone. Meglio pensare ai talenti di casa nostra, un nome su tutti: Elodie. Semplicemente perfetta, anzi d’effetto.  Certo la giovane età aiuta e gli abiti addosso a lei avevano il suo perché,  ma cantare canta bene, la presenza non le manca e l’ironia pure. Indimenticabile la sua performance con un mix di suoi successi ed altri brani.  Il nuovo festival potrebbe ripartire da qui.

La bellissima performance di Elodie

 

 

 

 

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI