LA FIERA DI MESSINA DIVENTA CENTRO VACCINI: ACCOGLIERÀ FINO A 800 PERSONE AL GIORNO

LA FIERA DI MESSINA DIVENTA CENTRO VACCINI: ACCOGLIERÀ FINO A 800 PERSONE AL GIORNO

È stata firmata, questa mattina, la concessione dei locali nella Fiera di Messina per l’utilizzo del complesso ai fini della prossima campagna di vaccinazione, che potrebbe cominciare già a metà marzo. A siglare l’accordo, il direttore generale ff, Dino Alagna e il presidente dell’Autorità Portuale di Messina, Mario Paolo Mega.

Al centro potranno accedere per la vaccinazione almeno 800 messinesi al giorno.  Verranno quindi avviati dei lavori alla Fiera di Messina, per i quali è stata incaricata una ditta incaricata dalla Protezione Civile. La finalità è di adeguare e allestire i centri vaccinali nei padiglioni 7a e 7b e le aree limitrofe,  per consentire l’accesso a migliaia di messinesi per circa 7 mesi.

LEGGI ANCHE  VACCINI A MESSINA. SI LAVORA PER ACCELERARE LE VACCINAZIONI E LIMITARE LE ATTESE

I locali saranno messi in sicurezza e riqualificati per accogliere la cittadinanza e soddisfare ogni esigenza. La Fiera sarà adattata e dotata di:

  • sistema di circolazione stradale in entrata e in uscita ai parcheggi;
  • punto informazioni;
  • deposito delle dosi vaccinali;
  • sale di osservazione;
  • 48 “box” dove verranno effettuate le somministrazioni;
  • una zona riservata ai numerosi operatori sanitari impegnati.

Su input dell’Assessorato regionale alla salute, dunque Messina, come le altre città metropolitane siciliane, si adegua alla realizzazione degli Hub vaccinali.

“Un altro passo in avanti fatto dalla struttura commissariale per l’Emergenza al fianco dell’ASP – sottolinea la commissaria ad acta Maria Grazia Furnari – ogni giorno riceviamo centinaia di messaggi di richiesta di vaccino da parte della popolazione; adesso, seguendo sempre la tabella prevista dal Ministero della Salute, grazie all’utilizzo dell’ex complesso fieristico, saremo in grado di dare una risposta concreta e rapida ed estendere la vaccinazione a diverse categorie”.