BONUS MOBILI 2021: BREVE GUIDA STEP-BY-STEP

BONUS MOBILI 2021: BREVE GUIDA STEP-BY-STEP

Riconfermato, nella legge di Bilancio 2021, il bonus mobili, con un aumento del tetto di spesa da 10mila dello scorso anno, a 16mila euro. Un piccolo tesoretto, utilizzato da ben 200mila famiglie all’anno. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta e come può essere utilizzato e da chi.

Il bonus mobili è una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, destinati a completare l’arredo di un immobile interessato da lavori di ristrutturazione.

Ristrutturazione.

Quello della ristrutturazione è il primo dei requisiti necessari per ottenere il bonus mobili. Bisogna aver avviato dei lavori nell’appartamento o nelle parti comuni condominio a partire dal 1° gennaio 2020. La normativa prevede, però, che l’agevolazione sia valida anche per gli acquisti effettuati nel corso del 2021, purché siano successivi alla data di inizio ristrutturazione. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

LEGGI ANCHE  L'ITALIA INVESTE NELLE DONNE: IL FONDO PER LE IMPRESE "ROSA"

Arredamento.

Per accedere al bonus mobili, bisogna quindi acquistare arredamento nuovo, o elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per forni e lavasciuga).

I mobili nuovi che si possono comprare sono: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione.

Rientrano nei grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Tra le spese da portare in detrazione si possono includere quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

Modalità di pagamento da utilizzare.

Per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

LEGGI ANCHE  INCLUSIONE FEMMINILE: ARRIVA IL BONUS CASALINGHE 2021

Come si ottiene il bonus mobili?

La detrazione Irpef del 50% va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche). Spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio.