incentro-gif.gif

BONUS MOBILI 2021: BREVE GUIDA STEP-BY-STEP

Riconfermato, nella legge di Bilancio 2021, il bonus mobili, con un aumento del tetto di spesa da 10mila dello scorso anno, a 16mila euro. Un piccolo tesoretto, utilizzato da ben 200mila famiglie all’anno. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta e come può essere utilizzato e da chi.

Il bonus mobili è una detrazione Irpef del 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, destinati a completare l’arredo di un immobile interessato da lavori di ristrutturazione.

Ristrutturazione.

Quello della ristrutturazione è il primo dei requisiti necessari per ottenere il bonus mobili. Bisogna aver avviato dei lavori nell’appartamento o nelle parti comuni condominio a partire dal 1° gennaio 2020. La normativa prevede, però, che l’agevolazione sia valida anche per gli acquisti effettuati nel corso del 2021, purché siano successivi alla data di inizio ristrutturazione. Non è fondamentale, invece, che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile.

LEGGI ANCHE  L'ITALIA INVESTE NELLE DONNE: IL FONDO PER LE IMPRESE "ROSA"

Arredamento.

Per accedere al bonus mobili, bisogna quindi acquistare arredamento nuovo, o elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A+ (A o superiore per forni e lavasciuga).

I mobili nuovi che si possono comprare sono: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione.

Rientrano nei grandi elettrodomestici: frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, apparecchi per il condizionamento.

Tra le spese da portare in detrazione si possono includere quelle di trasporto e di montaggio dei beni acquistati.

Modalità di pagamento da utilizzare.

Per avere la detrazione sugli acquisti di mobili e di grandi elettrodomestici occorre effettuare i pagamenti con bonifico o carta di debito o credito. Non è consentito, invece, pagare con assegni bancari, contanti o altri mezzi di pagamento.

LEGGI ANCHE  PROROGATO IL BONUS MOBILI 2021 MA DAL 2022 DIMINUISCE L’IMPORTO DELLA DETRAZIONE

Come si ottiene il bonus mobili?

La detrazione Irpef del 50% va ripartita tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute per acquisto di mobili e grandi elettrodomestici, nella dichiarazione dei redditi (modello 730 o modello Redditi persone fisiche). Spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio.

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on email
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI