SPOSTAMENTI. LE REGIONI POTREBBERO RIMANERE CHIUSE ANCHE DOPO IL 15 FEBBRAIO

Mentre si attende il verdetto sul cambiamento di colore delle regioni, avanza un’altra ipotesi sulle restrizioni. Gli spostamenti tra regioni potrebbero rimanere vietati fino al 5 marzo. A decidere sulla reale applicazione della proroga di restrizione (che è attualmente valida fino al 15 febbraio) potrebbe essere Giuseppe Conte o il nuovo Governo.

Nel frattempo, però, da lunedì scatterà il via libera all’apertura degli impianti sciistici nelle zone gialle e lo stop agli spostamenti tra regioni potrebbe diventare un problema. In caso di proroga, infatti, lo sci sarà possibile, ma solo per residenti nella regione e proprietari di seconde case.

I Governatori delle regioni, attualmente, concordano con la proroga della chiusura. Lo ha reso noto Stefano Bonaccini (Emilia Romagna).

LEGGI ANCHE  MA QUALE MOVIDA?

«L’orientamento della Conferenza delle Regioni è di richiedere di prorogare il Dl che vieta gli spostamenti da una Regione all’altra, anche per la zona gialla. Nelle prossime ore comunicherò tale orientamento al ministro Francesco Boccia che aveva chiesto il nostro parere nel corso dell’ultima Conferenza Stato-Regioni, oltre che al Presidente del Consiglio incaricato, Mario Draghi».

Quando è possibile spostarsi fuori Regione?

Il nuovo decreto dovrebbe quindi confermare la possibilità di uscire dalla propria Regione solamente per ragioni di lavoro, salute e urgenza, da giustificare attraverso autocertificazione. Dovrebbe restare invariata la possibilità di spostarsi fuori Regione per raggiungere la seconda casa, anche se in zona arancione o rossa, ma solamente se si ha avuto titolo di poterlo fare prima del 14 gennaio: nella seconda casa può andare un solo nucleo familiare per volta.

LEGGI ANCHE  MESSINA CON LA MASCHERINA...TUTTI O QUASI- FOTO

 

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI