A NATALE SARÀ UN LOCKDOWN ALL’ITALIANA

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”anqkfjzhdi” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”zym836wfv” data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”iyu4wuakj7″ animation_delay=”0″]

I colori non mancheranno di certo: rosso e arancione, come di consueto a Natale, ma questa volta invece di essere sinonimo di festa saranno segno di restrizioni. Il governo ha, infatti, emanato il Decreto Natale che blocca gli spostamenti nel periodo delle festività natalizie, composto da due soli articoli e approvato dal Consiglio dei Ministri.

Sembra quasi una beffa, una sorta di lockdown  all’italiana, con restrizioni a singhiozzo, più rigide nei giorni festivi e prefestivi, quando le regioni diventeranno tutte rosse e leggermente più morbide nei feriali, con la concessione dell’arancione, ma si tratta solo di 4 giorni su quasi due settimane.

LEGGI ANCHE  SUPER GREEN PASS. DOVE SERVE E DOVE NO: LE FAQ DI PALAZZO CHIGI

«Senza misure rigorose durante le feste, ci ritroveremo a febbraio con una terza ondata peggiore della seconda» ha affermato più volte il ministro della Salute, Roberto Speranza.

Dovremo quindi rassegnarci a un Natale in casa, sicuramente senza feste e lontano dagli affetti, per poter ricominciare l’anno più serenamente, almeno si spera. Ecco le restrizioni nel dettaglio.

Zona Rossa

L’Italia sarà totalmente Zona Rossa dal 24 al 27 dicembre, dal 31 dicembre al 3 gennaio 2021 e 5 e 6 gennaio.

Si esce di casa solo per ragioni di lavoro, necessità e salute. È possibile ricevere  in casa sino a 2 persone non conviventi, che potranno portare 2 figli minori di 14 anni, dalle 5 alle 22.

È consentita l’attività motoria nei pressi della propria abitazione e l’attività sportiva in forma individuale.

LEGGI ANCHE  COVID-19: NUOVE MISURE IN ARRIVO PER ARGINARE LA TERZA ONDATA

Chiusi centri estetici, bar e ristoranti. Restano aperti alimentari, supermercati, farmacie, tabaccherie, lavanderie, parrucchieri e barbieri. I luoghi di culto saranno aperti fino alle 22.

Spostamenti consentiti esclusivamente per motivi di lavoro, salute e necessità.

Zona Arancione

L’Italia sarà Zona Arancione dal 28 al 30 dicembre e il 4 gennaio.

Ci si potrà spostare all’interno del proprio comune senza giustificare il motivo. Per venire incontro a chi abita nei comuni più piccoli, sono permessi gli spostamenti dai comuni fino a 5mila abitanti per un raggio di 30 km, senza raggiungere però i capoluoghi di provincia.

I negozi saranno aperti fino alle 21. Chiusi bar e ristoranti, ma si potrà fare l’asporto fino alle 22 e le consegne a domicilio.

 

 

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI