ITALIA ZONA ROSSA A NATALE E CAPODANNO: COSA SUCCEDERA’ DAL 24 DICEMBRE AL 3 GENNAIO

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”yrw3e4uxp8″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”s0i1ie5use” data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”0oc8mgcznp” animation_delay=”0″]

L’Italia si veste di rosso, stavolta però non è un rosso benaugurante, ma il colore delle restrizioni che, se confermate, determineranno un’ulteriore stretta nelle abitudini dei cittadini sotto le feste.

La decisione non è ancora ufficiale, ma l’accordo sarebbe stato concluso e dopo una giornata di intense trattative nella maggioranza si sarebbe raggiunto un compromesso tra Conte e i ministri “rigoristi” Boccia e Speranza. Manca tuttavia l’ok di Italia Viva, che il premier incontrerà nel pomeriggio. La ministra Bellanova, molto probabilmente chiederà ristori totali per le attività che verranno chiuse.

LEGGI ANCHE  SICILIA: IL VIRUS CORRE VELOCE. ANCHE MESSINA VERSO LA ZONA ROSSA

Italia zona rossa il 24, 25, 26, 27 dicembre e 31, 1, 2 e 3 gennaio

L’ultima proposta di mediazione del presidente del Consiglio Conte ai suoi ministri prevede sicuramente la zona rossa nei giorni 24, 25, 26, 27 dicembre e 31, 1, 2 e 3 gennaio. Se così fosse in quelle date non si potrebbe uscire se non per motivi di necessità o urgenza, che dovranno essere comprovati tramite autocertificazione. Si discute su una deroga per consentire le riunioni con i parenti più stretti (genitori e figli). Nei giorni precedenti e in quelli di mezzo fino alla Befana l’ipotesi è quella di mettere l’Italia in zona arancione.

Lo shopping di Natale

Se dovesse passare la zona rossa lo shopping natalizio si concluderebbe il 23 dicembre, poiché già il 24 i negozi dovrebbero rimanere chiusi. Il 23 dicembre sarebbe anche l’ultimo giorno utile per pranzare al ristorante o andare al bar, che chiuderebbero il 24 sempre in caso di conferma dell’ipotesi zona rossa.

LEGGI ANCHE  PRIMA IL COVID, ADESSO LA GUERRA: LE CONSEGUENZE SULLA PSICHE

Il divieto di spostamento scatta il 21 dicembre

Al momento, se non subentreranno altre scelte, la data che segna l’inizio delle limitazioni festive è il 21 dicembre, quando scatterà il divieto di spostamenti tra regioni. Questa misura era già stata ratificata dal DPCM del 3 dicembre. Dal 21 dunque ci si potrà spostare in un’altra regione solo per motivi di lavoro, necessità o urgenza ma sarà sempre consentito far ritorno alla propria residenza, domicilio o abitazione dove sarà possibile ricongiungersi anche con il partner che lavora in un’altra città.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI