USA, GIUSTIZIATO IL 40ENNE BERNARD. IL PIU’ GIOVANE CONDANNATO A MORTE

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”qwa55qv31h” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”ez6vfppoel” data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”8b2goc61bj” animation_delay=”0″]

E’ stato giustiziato nella notte in Indiana Brandon Bernard, 40 anni, nonostante le tante richieste di clemenza, tutte respinte dalla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Bernard era stato condannato per omicidio nel 1999, quando era solo un adolescente, il più giovane detenuto nel braccio della morte ad essere giustiziato negli ultimi 70 anni.

Record di esecuzioni sotto la presidenza Trump

Da ben 130 anni, inoltre, non venivano effettuate esecuzioni capitali durante il periodo di transizione presidenziale. Ma la stessa sorte di Brandon Bernard toccherà ad altre quattro persone prima della fine della presidenza Trump, che raggiungerà il record di pene di morte in oltre un secolo.

LEGGI ANCHE  DUELLO TRUMP - BIDEN: LE PREVISIONI DEI SICILIANI IN AMERICA.

Le ultime parole di Bernard

Bernard è stato dichiarato morto giovedì alle 21.27 ora locale (3.27 italiane) in un penitenziario nella città di Terre Haute. Le sue ultime parole il 40enne le ha rivolte alla famiglia delle vittime per scusarsi di quanto aveva commesso.  Bernard era stato condannato a morte perché coinvolto nell’omicidio di due persone nel giugno 1999. Faceva parte di un gruppo di cinque adolescenti accusati di aver rapinato le due vittime e di averle costrette a salire sul retro della loro macchina in Texas, prima di ucciderle. A fare fuoco era stato un complice diciannovenne di Bernard, mentre lo stesso Bernard poi aveva incendiato l’auto.

LEGGI ANCHE  INAUGURATION DAY: IL GIORNO DI BIDEN IN UNA WASHINGTON BLINDATA

Gli avvocati della difesa avevano sostenuto che le due vittime erano probabilmente morte prima dell’incendio appiccato da Bernard. In un secondo momento avevano chiesto l’ergastolo senza condizionale, perché Bernard era stato un detenuto modello.

La campagna per salvargli la vita

In questi anni anche alcuni dei giurati avevano chiesto a Trump di commutare la condanna a morte di Bernard e persino la star dei reality tv Kim Kardashian si era mobilitata, invitando i suoi fans a sostenere la campagna per fermare l’esecuzione.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI