MILANO TRA NEVE E “CHRISTMAS CAROL”

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

In attesa che la Lombardia da domenica prossima diventi area gialla  Milano ha già aperto lo shopping natalizio.

Nonostante le restrizioni, il difficile periodo storico e lo sforzo,  il motore dell’ Italia non rinuncia al tradizionale shopping delle Feste e, a Milano, è già “caccia al regalo perfetto”.

Complici la prima neve, il desiderio di passeggiare all’aria aperta o, semplicemente, la voglia di poter “toccare con mano” ciò che si acquista, i Milanesi affollano le strade della città con numeri mai visti prima.

Durante gli anni precedenti,  il picco più alto di acquisti pre natalizi, si registrava nella  terza settimana di Dicembre, con frenetiche corse ai regali last minute e shopping compulsivo dettato, principalmente, dalla necessità di acquisto.

LEGGI ANCHE  SALDI ESTIVI, IN SICILIA SI PARTE OGGI. LE 6 REGOLE PER NON FARSI “FREGARE”

Oggi, a distanza di un anno e con una pandemia mondiale in corso,a Milano è sindrome da “Christmas Carol”! Si rivaluta l’acquisto di prodotti utili e accessibili a tutti, si riscopre la piacevole sensazione di scegliere un pensiero speciale, si inizia ad apprezzare l’allestimento di una vetrina , la presenza di un cantante di strada o di una luminaria.

Il freddo e le basse temperature non  sono più degli ostacoli, così come le lunghe code davanti alle pasticcerie per acquistare panettoni e dolci artigianali.

I milanesi riscoprono la tradizione e la semplicità delle piccole cose, ognuno a proprio modo, ma tutti con un comune denominatore: portare nelle proprie case quel pizzico di magia natalizia che mancava da tempo.

LEGGI ANCHE  A 16 ANNI INIZIAI A PRODURRE I MIEI PRIMI VIDEOGIOCHI

E così, tra i regali più gettonati di questo strano Natale 2020, troviamo libri, pigiami soffici e confortevoli, set da colazione, sleepers e loungewear, gadget personalizzati, shopping bag ecosostenibili per la spesa quotidiana e prodotti per la cura del corpo.

Non manca la tecnologia, ma con un occhio di riguardo all’utilità e alla praticità.

Eppure, se ci fermiamo a pensare ai “fantasmi dei natali passati”, avreste mai detto che, oggi, pigiami e calzini sarebbero stati più apprezzati rispetto a un gioiello o a uno smartphone di ultima generazione? Noi proprio no!

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI