MESSINA NO AL LOCKDOWN, SI A NUOVE RESTRIZIONI, “COPRIFUOCO” ALLE 20

Hanno lasciato il segno i fatti degli ultimi due  weekend ed i risultati delle decisioni del  Comitato per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica di Messina riunitosi oggi in Prefettura    incideranno fortemente sulla vita quotidiana dei messinesi a partire da venerdì.

No al lockdown, si a nuove  restrizioni.

Dopo il vertice on line con il Prefetto di Messina Maria Carmela Librizzi ed i vertici dell’Asp il sindaco Cateno De Luca ha annunciato che si appresta a firmare un’ordinanza che prevede fra i vari punti il divieto di circolazione dalle ore 20 in poi in tutto il territorio comunale, fatti salvi solo motivi di emergenza.

Fra i provvedimenti in corso di esame il divieto di stanziamento in piazze, spiagge ed in tutte le aree dove possono verificarsi  assembramenti  in particolare nei weekend.

LEGGI ANCHE  A VILLA DANTE GLI SPETTACOLI DEL COMUNE DI MESSINA.

In discussione anche la chiusura di alcune strade di  grande transito, e modifiche  agli  orari di chiusura degli esercizi commerciali. Questo aspetto sarà approfondito domani, nel corso di un altro vertice per la sicurezza pubblica al quale sono state invitate le associazioni di categoria.

Ancora controversa la situazione che riguarda le scuole. “Non è da escludere -ha detto il sindaco Cateno De Luca- una loro chiusura per quindici giorni.”

A proposito dei contagi nelle scuole, De Luca  ha annunciato che chiederà chiarimenti all’Asp di Messina in merito ad alcuni casi specifici sollevando inoltre dubbi sul reale controllo della situazione da parte della stessa Asp.

LEGGI ANCHE  L'ESTATE LIVE DI MESSINA FRA VASCO, ACHILLE E...

L’ordinanza sarà in vigore da venerdì, ma oggi e domani sono previsti nuovi confronti per stilare tutti i punti del  nuovo provvedimento.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email