CONTE HA FIRMATO IL NUOVO DPCM.

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

Nessuna apertura, nessuna concessione alle regioni che avevano chiesto altri orari di chiusura per bar e ristoranti. Dopo numerosi scontri ha prevalso  la linea dura proposta dal comitato scientifico  spinta anche dal ministro della salute Speranza preoccupato per la situazione in cui si trovano già adesso le terapie intensive.

Il premier Giuseppe Conte, ha firmato  il nuovo Dpcm con le nuove misure restrittive anti Covid.

Confermato la chiusura alle 18 per bar, pasticcerie e ristoranti. consentita l’apertura domenicale e  la ristorazione con consegna a domicilio. Queste deve svolgersi  nel rispetto delle norme igienico-sanitarie sia per l’attività di confezionamento che di trasporto. Consentita anche  fino alle  24 la ristorazione con asporto, ma con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze’. Al tavolo adesso ci si potrà sede per un massimo di 4 persone a meno che non ci siano conviventi.

LEGGI ANCHE  DA LUNEDI 24 ALLO SPALLANZANI DI ROMA LE PRIME SPERIMENTAZIONI DEL VACCINO ANTI COVID19.

Dovranno  cinema, e teatri, centri benessere, piscine e palestre.  per le scuole superiori è prevista la didattica a distanza, nei mezzi pubblici la capienza sarà del  50%.

La versione definitiva del Dpcm “raccomanda fortemente” di “non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità, per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi”.

Si potranno ancora svolgere i concorsi pubblici e privati. Nel testo del Dpcm firmato dal premier Giuseppe Conte è infatti saltato il divieto di svolgimento inizialmente previsto.

Le misure anti Covid contenute nel nuovo provvedimento saranno in vigore da domani, lunedì 26 ottobre e resteranno efficaci efficaci’ fino al 24 novembre prossimo.

Le nuove e imminenti disposizioni hanno scatenato proteste in tutta Italia, le ultime delle quali la notte scorsa a Roma. Soprattutto gli imprenditori sono scesi in piazza per chiedere immediati ristori dopo l’ordine di chiudere in anticipo le loro attività. “Insieme alle misure più stringenti e uniformi che arriveranno con il Dpcm – annuncia su Fb la vice ministro dell’Economia Laura Castelli -, ci saranno subito sostegni economici per quelle categorie che subiranno delle limitazioni per fermare la diffusione del virus.
 

LEGGI ANCHE  COVID-19, CARONTE & TOURIST RIMODULA LE CORSE SULLO STRETTO

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI