IL NUOVO DPCM IN ARRIVO SPEGNE LE SPERANZE DI CITTADINI E IMPRENDITORI

[cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”m3rklznevm”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”azkjkb4odi”][cmsmasters_text shortcode_id=”1xb938ugnf” animation_delay=”0″]

È un clima di desolazione e malcontento quello che ha concluso la manifestazione #AlziamoLaTesta, durante la quale cittadini e imprenditori sono scesi in piazza contro i nuovi provvedimenti anti covid che sta per varare il governo italiano. In piazza anche il Sindaco De Luca che ha invitato i cittadini alla disobbedienza della nuova Ordinanza firmata oggi dal presidente della regione siciliana Nello Musumeci, guidando un corteo improvvisato, con destinazione il palazzo della Prefettura.

A spegnere le speranze dei cittadini i contenuti di una bozza del nuovo pesantissimo DPCM che il Governo nazionale  pubblicherà nelle prossime ore, con provvedimenti che si annunciano ancora  più restrittivi: ristoranti, bar, pub e pasticcerie chiuse la domenica e i festivi e con limite d’orario alle 18 negli altri giorni, niente concorsi, chiusi anche cinema e teatri, niente banchetti dopo le cerimonie religiose.

A seguito della riunione, alla quale erano presenti alcuni delegati delle associazioni di categoria, questo è quello che è scaturito: «Siamo venuti a conoscenza che le nostre aziende probabilmente dovranno chiudere alle 18 – ha affermato Alberto Palella della Confesercenti – il Prefetto era consapevole delle difficoltà delle nostre imprese e ci è stato chiesto di tenere duro. Siamo in guerra e ce la dobbiamo fare. Ora l’obiettivo è fare arrivare le risorse, il prima possibile. Il Sindaco, dalla sua parte, cercherà di riproporre quanto fatto durante il lockdown, se riuscirà a recuperare i soldi dei buoni. Ci sarà una riunione insieme alla Giunta a seguito della quale verranno chiariti i prossimi step: noi non ci arrendiamo».

Di fronte al clima di desolazione Daniele Zuccarello ha proposto una “marcia verso Roma, inutile essere moderati, serve una mobilitazione nazionale per fermare l’Italia”.

LEGGI ANCHE  CONFERMATO IL GIRO D'ITALIA A MESSINA L'11 MAGGIO

#AlziamoLaTesta

Il gruppo di manifestanti, coordinato dal Comitato di Mobilitazione “Imprese per Messina” e da associazioni di categoria, si è radunato a piazza Unione Europea oggi pomeriggio, con l’intento di protestare contro le azioni messe in campo dal Governo, “che stanno abbandonando le Imprese, le Aziende e gli Autonomi, lasciandole morire lentamente”.

Nelle ultime ore ad aggiungere rabbia e sconforto tra commercianti, ristoratori, operatori del settore turistico, ma anche semplici cittadini, si è aggiunta l’Ordinanza del Presidente della Regione Musumeci, che ha disposto, fra altri provvedimenti, anche il coprifuoco alle 23, che ha scatenato le ire dei manifestanti.,

È soprattutto questo ultimo provvedimento che ha contestato il Sindaco chiamato a parlare alla piazza: «Non posso che chiedervi scusa per questi provvedimenti ideati dal del “partito del 27”. Musumeci ti devi vergognare. Dove sono andati a finire gli aiuti promessi alle imprese? Dove sono finiti i soldi che abbiamo dato ai messinesi con i buoni, durante il lockdown? Disattendiamo tutti l’ordinanza di Musumeci e vediamo che succede. Se tutti lo facciamo io ci sono e così si passa ai fatti. Musumeci venga a Messina».

Presente in piazza anche l’Onorevole Matilde Siracusano: «Rappresentiamo coloro che sono stati penalizzati e ancora più saranno penalizzati dalle nuove ordinanze».

LA VOCE DEI MANIFESTANTI

«Dobbiamo sottostare a regole paradossali – hanno affermato i manifestanti – che valgono solo la sera. Il virus sugli autobus, i treni, gli aerei è assente? Fino a un mese fa avevamo bonus vacanze, bonus matrimonio, ora non possiamo fare più nulla».

Tra la rabbia e la necessità di far sentire la voce dei più deboli, di quelli più colpiti dai provvedimenti governativi delle ultime settimane, una precisazione: «Non siamo negazionisti, il virus esiste, ma ci dobbiamo convivere. Negli scorsi mesi il Governo ha preso varie scelte e ora noi ne paghiamo le conseguenze. La gente muore di fame e ruba negli appartamenti, i ristoratori chiedono aiuto agli usurai. Ora basta».

LEGGI ANCHE  SCOLPISCO IL MARE CON IL FUOCO: I MIEI PESCI SONO IMMORTALI

IL PARERE DELLE ASSOCIAZIONI DI CATEGORIA

Alla manifestazione hanno partecipato anche alcune associazioni di categoria tra cui Confcommercio, Confesercenti e la Federazione Italiana Pubblici Esercizi.

«Sono stati promessi aiuti che non sono arrivati né dallo Stato né dalla Regione – ha affermato Alberto Palella della Confesercenti: è arrivata l’elemosina a giugno, che qualche fortunato ha ricevuto. Le aziende sono indebitate e un nuovo lockdown potrebbe essere la fine. Molti dipendenti, in più, aspettano ancora la cassa integrazione di luglio. Se non ci saranno aiuti siamo disposti di spostarci a Roma, con lo sciopero della fame di fronte a Palazzo Chigi».

«È un momento complicato per l’economia – ha spiegato Carmelo Picciotto, di Confcommercio. Ben 11 Presidenti delle associazioni sono in piazza, per dire al Governo che ci vogliono interventi per evitare il tracollo del sistema e dell’Italia di conseguenza. Lo Stato si regge sulla resilienza delle piccole e medie imprese, che pagano tanti stipendi e tante tasse. È importante che Conte metta mano al portafogli».

E adesso, dopo gli imminenti provvedimenti, si aspetta proprio questo: Il governo deve sostenere le categorie che in questo momento stanno pagando più di tutti i nuovi drastici provvedimenti.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row][cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”k5mwrpe2ff”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”jyq7eabgm”][cmsmasters_gallery shortcode_id=”xudpou1pw” layout=”hover” hover_pause=”5″ animation_delay=”0″]21824|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-manifestanti-150×150.jpg,21822|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-manifestante-con-ali-150×150.jpg,21821|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-fipe-150×150.jpg,21820|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-dettaglio-cartellone-150×150.jpg,21825|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-confesercenti-150×150.jpg,21819|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-dettaglio-cartellone-2-150×150.jpg,21817|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-confcommercio-150×150.jpg,21816|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-cartellone-150×150.jpg,21814|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-cartellone-2-150×150.jpg,21813|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLa-Testa-piazza-e-de-luca-150×150.jpg,21812|https://www.mestyle.it/wp-content/uploads/2020/10/AlziamoLaTesta-sindaco-150×150.jpg[/cmsmasters_gallery][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI